TorriToday

Colle degli Abeti: aumento della criminalità, il comitato di quartiere lancia l’allarme

Dopo i numerosi furti e tentativi di furto, l'associazione ha chiesto alle istituzioni di bonificare le aree verdi ad alto rischio, di ripristinare l'illuminazione pubblica in via Caputo/via Cappello e una maggiore presenza delle Forze dell'Ordine

via Petrilli

Preoccupazione e rabbia a Colle degli Abeti, dopo l’incrementi di furti e tentativi di furto che si sono verificati nelle ultime settimane, in particolare nell’area del Piano di Zoca C2 Lunghezza, molti dei quali non denunciati alle Forze dell’Ordine. Il comitato di quartiere ha chiesto un intervento di pulizia delle numerose aree verdi incolte presenti nella zona e alcuni lavori al fine di garantire maggiore sicurezza alla cittadinanza.

“Nelle ultime settimane un numero elevatissimo di furti e tentativi di furto si sono susseguiti nel quartiere di Colle degli Abeti ,Piano di Zona C2 Lunghezza – spiega in una lettera Federico Verdicchio, presidente dell’associazione –: purtroppo non sempre sono stati denunciati dalle vittime. I Carabinieri della Caserma di Settecamini intervenuti sul posto, l'ultima volta la scorsa settimana, rilevando che le numerose aree verdi incolte presenti nel quartiere favoriscono l'appostamento e la fuga dei delinquenti. Tali zone andrebbero almeno curate (se non illuminate), sfalciando i tantissimi cespugli che rappresentano degli ottimi nascondigli per i malintenzionati.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al fine di contrastare questo pericoloso fenomeno e  limitare i rischi per la popolazione, chiediamo interventi infrastrutturali; lo sfalcio urgente delle aree verdi con particolare riguardo a quella adiacente a via Padre Giuseppe Petrilli (teatro di decine di furti nelle ultime due settimane) e quella molto estesa compresa tra via Pietro Corti, via Pietro Orsi, via Padre Giuseppe Ferro, via Don Tonino Bello, via Domenico Capozi e via De Piro. Sono luoghi verdi circondati da centinaia di abitazioni. Chiediamo inoltre il ripristino dell'illuminazione pubblica in via Caputo/via Cappello, strade ancora chiuse che andrebbero aperte al transito e che vengono utilizzate come base di partenza indisturbata per le spedizioni dei ladri a causa del buio che vi regna. L'illuminazione non funziona da diversi mesi per (manco a dirlo) furto dei cavi. È necessaria anche la trasformazione delle aree verdi incolte in parchi attrezzati ad uso della cittadinanza. Lo stato di abbandono è una manna dal cielo per i criminali. Tale richiesta, corredata di audizioni in Commissione ambiente, sopralluoghi, progetti e promesse, è vecchia ormai di oltre due anni. Sono urgenti infine alcuni interventi di pubblica sicurezza, come l’attivazione di una caserma dei Carabinieri e/o posto di Polizia nella zona est del VI Municipio, esigenza non più differibile, oltre all’aumento del pattugliamento nel quartiere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento