TorriToday

Villaggio Breda, la storia di Mario: “Io disoccupato, oggi pulisco il quartiere”

Da dieci giorni, con pala e ramazza, gira per le strade della Breda. "Devo mantenere la mia famiglia: mia moglie è malata, ho due figli senza lavoro, la casa sotto pignoramento e campiamo con 285 euro di pensione", spiega l'ex camionista

Mario a lavoro al Villaggio Breda

Ogni mattina Mario è lì, in Piazza Erasmo: indossa una pettorina arancione, munito di scopa, martello e una ramazza. Con impegno e dedizione pulisce il quartiere, da circa 10 giorni. Si è inventato un nuovo lavoro a 56 anni, dopo aver fatto per 26 il camionista: Mario abita a Villa Verde e, per affrontare le difficoltà della vita, si è rimboccato le maniche e ha deciso di fare qualcosa di utile per la sua zona, senza chiedere niente a nessuno.

“È iniziato tutto per caso – racconta Mario C. –. Dopo essere stato camionista per tanto tempo, mi sono ritrovato disoccupato. Da 30 anni abito a Villa Verde con mia moglie, che è malata e i miei figli, che sono senza lavoro e la mia abitazione è sotto pignoramento. Campiamo con una pensione di 285 euro al mese. Frequentando la Parrocchia di Don Carlo, alcune suore mi hanno spinto ad uscire di casa, a fare qualcosa di utile per la mia zona, così ho pensato di iniziare a ripulire le strade. Ho ‘rubato’ la scopa e il raccoglitore a mia moglie e con un euro ho comprato i primi sacchi. Al Villaggio Breda mi hanno accolto tutti bene: mi aiutano, mi prestano gli attrezzi, mi lasciano qualcosa. Hanno messo anche i salvadanai nei negozi per darmi una mano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mario ha forza d’animo e coraggio. Eppure rimane con i piedi per terra: “Non ho aspirazioni: è difficile, dopo tutti i sacrifici fatti nella vita, ricominciare da zero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

Torna su
RomaToday è in caricamento