TorriToday

Municipio VI, nubi sull'estate romana di Tor Vergata

Polemiche sul "Roma Capital Summer". Alcuni abitanti parlano di emissioni acustiche oltre i valori stabiliti dalle norme e c'è qualche ombra sulle procedure di assegnazione del bando. Il M5S ha presentato un'interrogazione in Campidoglio

Foto Roma Capital Summer

Luci e ombre sul Roma Capital Summer, la rassegna in programma fino al 28 settembre a Tor Vergata nell’ambito dell’estate romana. Se gli organizzatori esultano per l’ottimo successo di pubblico - oltre 5 mila le presenze registrate sabato scorso per lo show di Antonio Giuliani - fin dall’inizio la manifestazione è stata oggetto di inchieste, accuse e repliche piccate dell’amministrazione municipale. Polemiche che non accennano a placarsi e che ora, dopo un’interrogazione del consigliere pentastellato Enrico Stèfano, saranno oggetto di dibattito in aula Giulio Cesare. 

IL CASO - Il "vaso di Pandora" è stato scoperchiato dal giornale locale La Fiera dell’Est che ha da subito rilevato un caso di conflitto di interessi nell’assegnazione del bando, peraltro andato quasi deserto. A vincere la gara è stata infatti l’associazione Prisma, unica partecipante, presieduta fino a poche settimane prima dell’affidamento da Franco D’Angelosante, impiegato presso l’Ufficio tecnico del VI municipio. Interpellato dal Tempo il minisindaco Marco Scipioni si è difeso spiegando che "non è l’Ufficio tecnico ad occuparsi del bando per questo genere di manifestazioni" e che in ogni caso non ci sarebbero incompatibilità.

PALCO SOTTO SEQUESTRO - Altre anomalie hanno riguardato l’assenza di autorizzazioni per gli standisti e per gli spettacoli all’aperto che hanno portato, il 16 agosto, al sequestro del palco. A tal proposito il minisindaco ha ribattuto che la richiesta di autorizzazione è stata presentata regolarmente al IV Dipartimento ma il nulla osta è arrivato con un notevole ritardo. 

INQUINAMENTO ACUSTICO - C’è poi una questione relativa all’inquinamento acustico nelle ore notturne che ha causato malumori tra i residenti. Nell’interrogazione presentata in Campidoglio Enrico Stèfano fa notare che secondo il piano di zonizzazione acustica del Comune di Roma la zona di Torre Gaia è classificata al livello III e pertanto dopo le 22 il limite delle emissioni sonore è fissato a 55 db. Soglia che in questo caso verrebbe ampiamente superata malgrado la vicinanza al Policlinico Tor Vergata. 

LA LOCATION - Secondo Stèfano infine la location che ospita la manifestazione, il parco di Tor Vergata, non compare tra i luoghi stabiliti nell’avviso pubblico Estate Romana 2014. Ennesima circostanza da chiarire di una rassegna che nel bene nel male ha movimentato l’estate delle Torri.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento