TorriToday

Municipio VI, nubi sull'estate romana di Tor Vergata

Polemiche sul "Roma Capital Summer". Alcuni abitanti parlano di emissioni acustiche oltre i valori stabiliti dalle norme e c'è qualche ombra sulle procedure di assegnazione del bando. Il M5S ha presentato un'interrogazione in Campidoglio

Foto Roma Capital Summer

Luci e ombre sul Roma Capital Summer, la rassegna in programma fino al 28 settembre a Tor Vergata nell’ambito dell’estate romana. Se gli organizzatori esultano per l’ottimo successo di pubblico - oltre 5 mila le presenze registrate sabato scorso per lo show di Antonio Giuliani - fin dall’inizio la manifestazione è stata oggetto di inchieste, accuse e repliche piccate dell’amministrazione municipale. Polemiche che non accennano a placarsi e che ora, dopo un’interrogazione del consigliere pentastellato Enrico Stèfano, saranno oggetto di dibattito in aula Giulio Cesare. 

IL CASO - Il "vaso di Pandora" è stato scoperchiato dal giornale locale La Fiera dell’Est che ha da subito rilevato un caso di conflitto di interessi nell’assegnazione del bando, peraltro andato quasi deserto. A vincere la gara è stata infatti l’associazione Prisma, unica partecipante, presieduta fino a poche settimane prima dell’affidamento da Franco D’Angelosante, impiegato presso l’Ufficio tecnico del VI municipio. Interpellato dal Tempo il minisindaco Marco Scipioni si è difeso spiegando che "non è l’Ufficio tecnico ad occuparsi del bando per questo genere di manifestazioni" e che in ogni caso non ci sarebbero incompatibilità.

PALCO SOTTO SEQUESTRO - Altre anomalie hanno riguardato l’assenza di autorizzazioni per gli standisti e per gli spettacoli all’aperto che hanno portato, il 16 agosto, al sequestro del palco. A tal proposito il minisindaco ha ribattuto che la richiesta di autorizzazione è stata presentata regolarmente al IV Dipartimento ma il nulla osta è arrivato con un notevole ritardo. 

INQUINAMENTO ACUSTICO - C’è poi una questione relativa all’inquinamento acustico nelle ore notturne che ha causato malumori tra i residenti. Nell’interrogazione presentata in Campidoglio Enrico Stèfano fa notare che secondo il piano di zonizzazione acustica del Comune di Roma la zona di Torre Gaia è classificata al livello III e pertanto dopo le 22 il limite delle emissioni sonore è fissato a 55 db. Soglia che in questo caso verrebbe ampiamente superata malgrado la vicinanza al Policlinico Tor Vergata. 

LA LOCATION - Secondo Stèfano infine la location che ospita la manifestazione, il parco di Tor Vergata, non compare tra i luoghi stabiliti nell’avviso pubblico Estate Romana 2014. Ennesima circostanza da chiarire di una rassegna che nel bene nel male ha movimentato l’estate delle Torri.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento