TorriToday

Fontana Candida: il progetto di 24 palazzine nella valle della morte è "catastrofe edilizia"

Non si placa la rabbia dei comitati di quartiere che insistono nelle aree adiacenti la possibile costruzione delle opere. Nella mattina di venerdì la commissione urbanistica

Immagine di archivio - Fontana Candida

“Non possiamo diventare l’agnello sacrificale delle compensazioni e delle cubature cancellate a Tor Marancia, sarebbe una catastrofe edilizia”. I comitati di quartiere sono sul piede di guerra, il progetto denominato “Fontana Candida2” che prevede la realizzazione di 24 palazzi alti 5 piani e lunghi 100metri per un totale di 4mila abitanti è per tutti “la disfatta di Caporetto”. 

I comitati sempre più contrari alla realizzazione dell’opera

Una contrarietà dovuta non solo all’impatto che questa costruzione avrebbe sull’ambiente ma soprattutto alla carenza già notevole di infrastrutture presenti ad oggi nei territori confinanti. Del resto l’area è anche denominata “valle della morte” proprio perché contiene al suo interno resti di necropoli: un patrimonio che i cittadini non solo vogliono salvare ma anche valorizzare. “Chiediamo, invece del mostro di cemento, una grande area archeologica” hanno spiegato i comitati Gaia Domus e Villaggio Breda. Inoltre le opere viarie previste all’interno del progetto rappresenterebbero un “ulteriore scempio” hanno spiegato ancora perché sventrerebbero il campus universitario e l’orto botanico di Tor Vergata. 

Alla commissione urbanistica capitolina anche il sesto municipio e i comitati 

Nella mattina di venerdì si è svolta la commissione urbanistica capitolina presso i locali di via del Turismo dove oltre a rappresentati del Campidoglio hanno partecipato anche esponenti del sesto municipio tra cui l’assessore ai lavori pubblici Sergio Nicastro e una delegazione di comitati dei quartieri interessati. “Nei mesi scorsi – ha spiegato Nicastro al nostro giornale – abbiamo presentato una mozione per chiedere alla giunta capitolina dati oggettivi su quali saranno le conseguenze della realizzazione di 24 palazzine ma non ci è stata ancora fornita, molti studi come quello sul traffico li stiamo conducendo con il mio assessorato, altri documenti ci sono pervenuti durante la commissione e adesso li valuteremo”. A che punto è, dunque, il progetto di “Fontana Candida2”? Ha concluso Nicastro: “Il programma non è approvato definitivamente perché la parte concernente le opere pubbliche è ancora in fase di studio”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento