Torri Today

Dal parco di via Santarelli alle case popolari di Torrenova, Giachetti torna alle Torri

Roberto Giachetti: "Abbiamo l'ennesimo esempio delle piccole cose che si risolvono con un po' di efficienza e determinazione e senza bisogno di fare rivoluzioni"

Foto di Mariano Angelucci e Alessandra Laterza

Il candidato alle primarie del Partito Democratico, Roberto Giachetti, torna alle Torri. Dopo il tour dei giorni scorsi presso alcune delle zone del Municipio VI, Giachetti nella giornata di mercoledì 23 febbraio, visita anche il quartiere Giardinetti e incontra diversi comitati di quartiere. Tra questi, il comitato di Giardinetti, appunto, quello di Tor Vergata e Torrenova e il comitato Isveur. 

"Qui c'è un'altra delle follie di questa città, il parco di via Santarelli", dichiara Giachetti in visita a Giardinetti. "Un giardino manutenuto in modo spettacolare dal comitato di quartiere che ha anche la guardiania, apre e chiude i cancelli, permettendo, così, di evitare il degrado", aggiunge proprio dal punto di partenza del suo secondo tour alle Torri. "Essendo un giardino utilizzato si erano aperte buche, con giochi da sostituire - poi aggiunge - pare che il Servizio Giardini non si sia mai visto, e quindi ovviamente tenerlo aperto e' un problema, soprattutto perché questa è un'area verde punto di riferimento per tutto il quartiere". 

E sempre in riferimento al parco di via Santarelli: "C'è poi anche la beffa del fatto che loro qui organizzano a giugno una festa, e l''ultima volta gli hanno fatto pagare 15.000 o 18.000 euro di occupazione di suolo pubblico, che e' esattamente l'opposto di quello che io immaginavo e ho raccontato in altre occasioni",  sottolinea Giachetti. Infatti, aggiunge: "Dove hai occasioni di questo tipo non solo devi dare la gestione dell''area al comitato di quartiere, ma anche fare sgravi nei loro confronti, per fare in modo che siano incentivati a tenere pulito l'ambiente, dal momento che l'amministrazione non ci arriva".

Oltre il parco di via Santarelli, anche via di Giardinetti: "Un altro caso di cui mi hanno parlato e' via di Giardinetti, una via importante del quartiere che ha un problema di sicurezza perche' e' una via in cui sono presenti anche attivita' commerciali e non ha marciapiedi", spiega ancora Giachetti. "Succede che viene fatto uno stanziamento e viene aperto un mutuo per realizzare la strada, ma poi nel rimpallo tra amministrazione comunale, Municipio e via dicendo, la strada non e' stata fatta e i soldi sono stati di fatto ripresi dall'amministrazione centrale per destinarli probabilmente ad altro, quindi devono ricominciare da capo", afferma il candidato alle primarie. Infine, conclude: "Abbiamo l'ennesimo esempio delle piccole cose che si risolvono con un po' di efficienza e determinazione e senza bisogno di fare rivoluzioni". 

Giachetti è stato in visita anche alle case popolari di via della Tenuta di Torrenova e ha incontrato i lavoratori dell''Atac alla rimessa di via Prenestina. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Ostia

      Troppe buche, è pericoloso correre: ad Ostia è vietato organizzare maratone

    • Politica

      Cinque Stelle contro la Bolkestein: "Anche a Roma una mozione per salvare ambulanti"

    • Pigneto

      Cinema l'Aquila, niente apertura il 1 ottobre: "Problemi all'impianto antincendio"

    • Incidenti stradali

      Travolge uno scooter con l'auto e scappa: arrestato pirata della strada

    I più letti della settimana

    • Torri, disastro strade: i "primi risultati" del M5S deludono i cittadini

    • Torre Maura: scippa due donne in pochi minuti, arrestato 18enne

    • Lapidi e carcasse di auto, spunta una discarica in via Don Primo Mazzolari

    • Il pulmino non passa e i bambini restano a casa: "Mia figlia a scuola solo per tre giorni"

    • Scivola in un dirupo profondo otto metri: 48enne salvata dai carabinieri

    • Finocchio: all'asilo manca l'adeguamento anticendio e i bambini tornano a casa

    Torna su
    RomaToday è in caricamento