TorriToday

Giardinetti: il centro professionale Sant'Antonio è inagibile, studenti ancora in vacanza

I 180 studenti dirottati presso la scuola di via delle Fragole non hanno ancora iniziato l'anno scolastico. La risposta dell'assessorato alla cultura

Istuto Sant'Antonio - Immagine di archivio

Tutti a scuola dal 16 settembre. O quasi. I ragazzi che frequentano l’Istituto Sant’Antonio di Giardinetti, ad esempio, sono ancora in vacanza perché se da un lato la loro scuola è risultata inagibile, dall’altro lato la scuola che li ha ospitati per finire l’anno scolastico, questa volta non ha posto. I genitori: “E’ una vergogna, ormai i nostri figli sono demotivati. Non sappiamo più che fare”. 

La commissione stabili pericolanti decreta inagibile la struttura. Era il mese di febbraio

Ma andiamo con ordine. A febbraio dello scorso anno, la struttura scolastica di via Casilina nel quartiere Giardinetti, istituto tecnico professionale “Sant’Antonio”, è stata dichiarata inagibile dalla commissione stabili pericolanti del Comune di Roma che, a onor del vero, si è anche fatta attendere diversi mesi prima di effettuare i sopralluoghi richiesti dal Municipio. All’interno dell’istituto, come per ogni tecnico-professionale, insistono oltre le aule anche i laboratori. Per ovviare a questa mancanza, i ragazzi sono stati dirottati in un altro Municipio: il V, in via delle Fragole. La nuova delocalizzazione però avrebbe dovuto essere di breve durata e invece i ragazzi sono rimasti in via delle Fragole fino alla fine dell’anno. “Ovviamente, considerato il numero notevole di assenze dovuti a problemi logistici, la scuola per loro è finita a luglio” ha spiegato una mamma al nostro giornale. 

La protesta delle mamme alla scuola di via delle Fragole: “È una vergogna”

“È una vergogna, è trascorso un mese da quando è iniziata la scuola e i nostri figli stanno ancora a casa perché non è stata trovata nessuna soluzione” ha spiegato una mamma al nostro giornale che insieme ad un nutrito gruppo di genitori nella mattina di lunedì ha protestato dinanzi l’entrata della scuola di via delle Fragole al V municipio. A rendere ancora più “tormentato” il ritorno a scola è la possibilità che i ragazzi vengano trasferiti a Cave, un piccolo paesino alle porte di Roma che dista da Giardinetti circa un’ora di auto.

Gli aggiornamenti dall'assessorato alla scuola di viale Cambellotti

Abbiamo raggiunto l’assessore alla scuola del parlamentino di viale Cambellotti, Alessandro Marco Gisonda che sull’Istituto Sant’Antonio ha fatto il punto: “L’offerta didattica della scuola è in capo al Dipartimento come per tutti gli altri istituti professionali della città – ha aggiunto – La struttura, un tempo patrimonio del Dipartimento periferie, non ci è mai stata concessa con nessun verbale di consegna, oltretutto la manutenzione dell’immobile non avviene da molti anni”. Ha spiegato: “Poiché rientra nel nostro territorio e ci teniamo affinché i ragazzi possano tornare a scuola ci siamo preoccupati a nostre spese di valutare l’importo dei lavori che si aggira sui due milioni di euro e faremo un progetto oltre a nominare uno strutturista che identifichi i danni della struttura e ci consenta di ripristinare almeno l’agibilità dei laboratori”. Per ora quindi il Municipio, in attesa di soluzioni definitive, ha proposto alternative che sono al vaglio del Campidoglio. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento