TorriToday

Coronavirus al piano di zona Castelverde B4, il danno e la beffa: “Usiamo acqua di pozzo per lavarci”

La denuncia dal comitato “Cerquete 2003” che a Roma Today racconta i disagi che i residenti vivono in questi giorni di emergenza

Fogne a cielo aperto a Castelverde - Immagine di archivio

“In un momento come questo, in cui l’organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato la pandemia, noi siamo costretti, invece, a lavarci con acqua di pozzo”. A parlare è Giusy Rotunno, presidente del comitato “Cerquete 2003” che ai nostri taccuini denuncia ancora una volta le condizioni in cui vivono i residenti del piano di zona Castelverde B4 ma con una differenza: la rabbia, se possibile, è ancora più forte. 

L'acqua arriva dal pozzo, non lontano da un terreno sequestrato per sversamento rifiuti

Le famiglie che vivono nel piano di zona, hanno a disposizione un pozzo con acqua non potabile che rifornisce le abitazioni: un pozzo costruito in fase di cantiere e non distante da un terreno posto sotto sequestro nei mesi scorsi perché oggetto di sversamento illecito di rifiuti. “Per contrastare il contagio da Covid-19, il governo ha chiesto ai cittadini di non uscire, di lavarsi le mani continuamente – ha spiegato Rotunno – Ecco per noi questo non è possibile: dobbiamo uscire per comprare l’acqua, necessariamente”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Chiediamo un allaccio immediato alla conduttura comunale”

Anni di battaglia non hanno tolto a Giusy e agli altri residenti la tenacia di lottare ancora. È per questo che il comitato ha chiesto, in questi giorni, un allaccio immediato alla conduttura idrica comunale, anche ad uso cantiere che si impegnano a pagare nei modi più consoni. “Ho scritto ai consiglieri comunali, agli assessorati competenti, alla sindaca ma non mi aspetto niente, non mi aspetto che nessuno di loro intervenga, già perché l’esperienza insegna, ho scritto perché nessuno possa dire un giorno di non sapere cosa sta avvenendo a Castelverde B4” ha concluso Rotunno. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi casi, sono 11 in totale nel Lazio. I dati Asl del 27 maggio

Torna su
RomaToday è in caricamento