TorriToday

Emergenza rifiuti, Villaggio Prenestino scrive alla Procura della Repubblica

Anche a Colle Prenestino non mancano i disagi: tante le utenze domestiche che non hanno ricevuto i bidoncini

Foto Associazione cdq Villaggio Prenestino

I cassonetti non vengono svuotati con regolarità ormai da settimane e nei rari casi in cui avviene il ritiro dei rifiuti i secchioni, dopo la raccolta, non vengono riposizionati in modo corretto a tal punto da invadere anche le carreggiate o sovrastare la spazzatura rimasta a terra. Siamo a Villaggio Prenestino, uno dei quartieri del Municipio VI dove la mancata raccolta della differenziata stradale sta mettendo in ginocchio i residenti. Ma potremmo essere in uno dei tanti quartieri di Roma, già perché la situazione è pressoché identica quasi ovunque.

Colle Prenestino, ancora utenze domestiche senza bidoncini

Senza andare troppo lontano, per rimanere nella periferia est, basta guardare a pochi chilometri anche il quartiere di Colle Prenestino dove invece la raccolta dei rifiuti è con il “porta a porta” ma anche qui latita e i rifiuti restano in strada per giorni. A incidere ancora di più sulla condizione di degrado, a Colle Prenestino “Sono ancora tante le utenze che non hanno ricevuto i bidoncini” ha spiegato al nostro giornale Giuseppe Lanzillotta, del comitato di quartiere e questo comporta lo sversamento dei rifiuti dove capita generando spesso mini-discariche a cielo aperto.

Villaggio Prenestino scrive alla Procura della Repubblica: “La salubrità del quartiere è a rischio”

A Villaggio Prenestino l’esasperazione dei residenti ha avuto la meglio e l’associazione di quartiere ha scritto alla sindaca di Roma, oltre che al Municipio e al Dipartimento e anche alla Procura della Repubblica, alla Regione e ad Ama. “Il disservizio unito all’indifferenza e alla rabbia dei cittadini sta mettendo a serio rischio la salubrità del nostro quartiere. Sta creando pericoli per la libera circolazione dei veicoli e dei pedoni a causa della esorbitante quantità di rifiuti che hanno superato l’area a loro destinata. Ci sono pericoli di salvaguardia della salute, c’è il pericolo di auotocombustione o, come già avvenuto, di combustione dolosa. Il decoro urbano è stato prevaricato dall’indifferenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’associazione di quartiere Villaggio Prenestino ha ricordato alla sindaca la chiusura della sua campagna elettorale a Gabii e la battaglia contro il biodigestore di Rocca Cencia. È a lei che i cittadini chiedono soluzioni e un pugno fermo con la Regione Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento