TorriToday

Castelverde piange "Mezzo Sigaro": simbolo del quartiere con la passione per le moto

Aveva 68 anni Alfio Cirami. "Raccoglieva giocattoli e li consegnava ai bambini che vivono negli orfanotrofi"

Capelli lunghi, ricci e brizzolati, spesso in canotta e vestito di scuro. Ma non erano solo questi i tratti distintivi di Alfio: c'è un particolare che più di tutti ha fatto di lui un personaggio del quartiere. Tra le dita teneva sempre un Antico Toscano, tagliato a metà, che gli ha fatto conquistare il soprannome di 'Mezzo Sigaro'. È così che Castelverde piange un pezzo del quartiere perché Mezzo Sigaro era conosciuto da tutti e la sua scomparsa, avvenuta nella giornata di venerdì all’età di 68 anni, ha lasciato un grande vuoto in tutti quelli che lo conoscevano. Dalla beneficenza alla passione per le moto, Mezzo Sigaro ha conquistato grandi e piccoli.

"Raccoglieva giocattoli e li consegnava ai bambini che vivono negli orfanotrofi" hanno raccontato di lui ai nostri taccuini. Aveva fondato anche il Motoclub a Castelverde ma "univa i motociclisti di tutta Roma - hanno aggiunto i suoi amici – dagli Yellow Fire della Guardia di Finanza all’associazione Motociclisti delle Forze Armate, partecipava anche a diverse gare di auto". A pesare molto nella vita di Alfio un particolare di non poco conto.

"Nel 1991 durante un viaggio dalla Sardegna a Livorno per il trasporto di auto da corsa, perse il traghetto Moby Prince, quella traversata è rimasta nella storia come uno degli incidenti marittimi con il più alto numero di vittime e da allora decise di chiamare il club "Le sopravvissute".

Attraverso le pagine del nostro giornale, Antonio Muzzone, ha voluto lasciare un ultimo saluto all'amico di vecchia data scomparso: "Mezzo Sigaro, ironicamente brindavi: 'Alla faccia di chi ci vuole male facendo finta de volecce bene'. Quanta strada in moto con te, e quanta solidarietà tra case famiglia, ospedali pediatrici. Per non dimenticare in particolar modo durante le feste i ragazzi e bambini, quando alle gite in moto si univa la solidarietà arrivando fino ai luoghi colpiti dal terremoto. È stato un vero è grande piacere, caro Alfio, fare un pezzo di strada e di vita con te. Ciao Mezzo Sigaro". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casamonica: dopo lo sgombero ed il sequestro al Quadraro arrivano le ruspe. Al via gli abbattimenti

  • Cronaca

    Spada e Casamonica: la testata di Ostia e l'aggressione al Roxy bar, prima gli arresti poi gli sgomberi

  • Politica

    Casamonica, guerra fredda tra Raggi e Salvini. E Renzi si complimenta con la sindaca

  • Politica

    Piani di zona, dalla consulenza per i notai ai vertici del Mit: polemica sul capo di gabinetto di Toninelli

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Casamonica, blitz al Quadraro: 600 vigili per abbattere otto villette abusive

  • Blocco auto Roma: chi può circolare domenica 18 novembre

  • Maratona, manifestazioni e domenica ecologica: le strade chiuse ed i bus deviati

  • A terra e sanguinante in commissariato: il giallo di Massimiliano il "Brasiliano"

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

Torna su
RomaToday è in caricamento