TorriToday

Colle Prenestino e la sicurezza stradale che non c'è: "Da tempo protestiamo, ma nessuno ci ascolta"

Strisce pedonali, trasferimento (di pochi metri) delle fermate autobus e il ripristino dell'illuminazione: le richieste di Colle Prenestino per garantire maggiore sicurezza ai residenti

Immagine di archivio

“Chiediamo da tempo una maggiore sicurezza in strada ma fino ad oggi non c’è stato nessun intervento”. Siamo a Colle Prenestino, uno dei tanti quartieri della periferia Est della città che rientra nel territorio del Municipio Roma VI. Da anni il comitato di quartiere si batte per la messa in sicurezza della via consolare che costeggia il quartiere, via Prenestina che in passato è stata anche scenario di incidenti mortali. L’ultimo nell’ottobre del 2017 quando una donna ha perso la vita durante l’attraversamento stradale perché investita da un’auto.

Il tratto interessato è collocato non distante dal cosiddetto “incrocio delle quattro strade” che unisce via di Torrenova, via dell’Acqua Vergine e via Prenestina, appunto. Dopo alcune richieste di rifacimento dell’incrocio stesso cadute nel vuoto, il comitato ha concentrato tutte le attenzioni su alcune caratteristiche, variazioni che migliorerebbero la vita dei residenti e la renderebbero senz’altro più sicura. 

“Durante una riunione con l’assessorato ai lavori pubblici e alla mobilità nel novembre del 2017 – ha spiegato ai nostri taccuini Giuseppe Lanzillotta, presidente del comitato di quartiere Colle Prenestino – abbiamo chiesto di spostare le fermate dell’autobus di qualche metro su via Prenestina sia in direzione Roma che fuori Roma ma non abbiamo ottenuto nessun riscontro”.

Alle loro richieste, tutte cadute nel vuoto, anche il rifacimento delle strisce pedonali e il ripristino dell’illuminazione pubblica in questo tratto di strada. “L’autobus sosta in corsia per effettuare la fermata – ha concluso Lanzillotta – e questo crea una mole di traffico incredibile, le auto poi per arginare il traffico si riversano anche nelle vie interne del quartiere mettendo in pericolo la sicurezza dei pedoni e dei bambini che frequentano le vicine scuole”. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • All'incrocio delle 4 strade occorre una rotatoria, rifacimento illuminazione stradale dal GRA fino al semaforo, rifacimento pavimentazione, e altezza via rocca d'evandro un sottopassaggio in modo che il traffico defluisce ecco qui non ci vuole cosi tanto e nemmeno un ingegnere ci arriverebbe anche un adolescente per capirlo, nel frattempo pedoni e centauri ci lasciano la vita

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Stadio della Roma: l'assessore Frongia indagato per corruzione

  • La linea gialla

    Non è mai colpa sua

  • Politica

    De Vito arrestato, si riapre lo scontro Raggi Lombardi: "Gli dissi di dimettersi, la sindaca invece con Giampaoletti..."

  • Cronaca

    Scale (im)mobili, Raggi quasi: la Sindaca valuta la revoca della manutenzione. Procura apre indagine

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento