TorriToday

Rifiuti, la Regione boccia l'ampliamento di Rocca Cencia: a Roma Est vincono i cittadini

Esulta il QRE: "Adesso verso la chiusura del 2019 e poi la riqualificazione dell'area"

Immagine di repertorio

“La valutazione di impatto ambientale è negativa, l’ampliamento di Rocca Cencia è bocciato”: una voce soddisfatta quella di Andrea De Carolis, del comitato di Castelverde e membro del QRE, usata per annunciare il raggiungimento di un traguardo atteso da migliaia di cittadini ovvero la pubblicazione della valutazione del “Progetto per la realizzazione della sezione di trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani all'interno del complesso impiantistico sito in Via di Rocca Cencia" da parte degli uffici della Regione Lazio.

Il progetto di ampliamento della giunta Marino

Il progetto di ampliamento della struttura di Rocca Cencia è il progetto dell’ecodistretto voluto dalla giunta Marino. Un progetto che non ha mai trovato il favore della cittadinanza che in tutti i modi ha protestato il proprio dissenso con forme di lotta molto accese. Nonostante questo la giunta Marino aveva anche annunciato la posa della prima pietra nel novembre del 2015.

“Una vittoria dopo cinque anni di lotte, ora verso la chiusura”

“E’ il culmine di cinque anni di lotte dei cittadini del QRE che insieme all’università ha fornito le osservazioni negative in una zona sottoposta a vincoli insuperabili dalle falde acquifere a quelli archeologici - ha aggiunto De Carolis - Ringraziamo tutti coloro che in questi anni si sono battuti per salvaguardare un’area che ha il record di mortalità per cancro, l’invivibilità dovuta agli impianti esistenti che la giunta ha promesso di chiudere entro il 2019, noi monitoreremo che questo avvenga”. Ha concluso: “E’ possibile rinascere nelle zone di periferia dove è nata la civiltà romana affinché dalla cittadella di rifiuti nasca la civiltà della storia con un fulcro luminoso di risonanza mondiale con l’ausilio anche delle università straniere”. 

Da Villaggio Prenestino: "E' una giornata storica"

"E' una giornata storica, con il parere negativo della Regione Lazio sono state accolte tutte le osservazioni che insieme ai cittadini di tutto il versante prenestino, riuniti a quel tempo sotto il nome di QRE, presentammo per contrastare questo progetto - hanno fatto sapere dall'associazione di quartiere Villaggio Prenestino - questo parere è la vittoria di tutte quelle migliaia di persone che scesero in strada per protestare contro l’idea di un versante prenestino dedito allo smaltimento dei rifiuti, a discapito della sua storia, natura e bellezza". Hanno concluso: "E’ grazie alla volontà e l’organizzazione dei cittadini se è stato possibile presentare ben 17 osservazioni tecniche alla procedura di Impatto Ambientale, cosa che ha contribuito fortemente a fermare questo scellerato progetto. Adesso bisogna continuare per la chiusura definitiva del TMB". 

Dario Nanni: “Sono molto soddisfatto”

“La notizia è stata data dal bollettino della Regione e ne sono state spiegate le motivazioni, che sono in buona sostanza quelle che comitati e cittadini hanno più volte hanno ribadito – ha commentato Dario Nanni, consigliere del Municipio Roma VI delle Torri - Nel dispositivo finale infatti, viene specificato che viene espressa pronuncia di compatibilità ambientale negativa sul "Progetto per la realizzazione della sezione di trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani all'interno del complesso impiantistico sito in Via Rocca Cencia 301". Nanni ha aggiunto: “Dopo i terrificanti silenzi delle amministrazioni, dall'Amministrazione Comunale alla Città Metropolitana fino al Municipio, tutti a guida 5 Stelle, finalmente la Regione Lazio mette ordine e rimanda al mittente questa scellerata scelta”. Ha concluso: “Ricordo che proprio su questa vicenda presentai personalmente un esposto scritto all'ANAC, convinto che le procedure che erano state utilizzate non erano conformi, e a confermarlo è l'espressione di parere negativo della Regione Lazio che fa finalmente chiarezza su questa strana vicenda, sulla quale però i cittadini non dimenticheranno i silenzi assordanti dei governanti 5 Stelle”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento