TorriToday

Ponte di Nona: al via la progettazione per ristrutturare il punto verde qualità 

La struttura ospiterà una sede Ama e un caffè letterario. Intanto procedono i lavori per il ripristino della scuola adiacente

Immagine di archivio

Una sede Ama territoriale e uno spazio polivalente: nascerà questo all’interno della struttura dell’ormai ex punto verde qualità acquisito dal Municipio VI e situato a Vecchia Ponte di Nona, conosciuta anche come Villaggio Falcone. A stabilirlo è stata l’approvazione di una mozione durante il consiglio municipale che si è svolto nei locali di viale Cambellotti la mattina di giovedì.

A Villaggio Falcone il primo punto verde qualità acquisito dal Municipio

Già da qualche mese (febbraio ndr) il piazzale antistante del punto verde qualità di Vecchia Ponte di Nona era utilizzato dagli operatori Ama che, con la votazione di giovedì, potranno lavorare in ambiente ristrutturati. Già perché il documento stilato dall’assessorato all’ambiente della giunta Romanella delibera le destinazioni finali, quindi è possibile avviare una fase di progettazione definitiva della struttura per la sua riqualificazione. Quello di Villaggio Falcone è attualmente il primo e unico punto verde qualità di Roma in carico al municipio. “All’interno del PVQ decaduto nasceva, infatti una sala-slot, un bar pasticceria e un asilo nido convenzionato mai entrato in esercizio – ha detto Katia Ziantoni, assessora alla legalità delle Torri -  Un’idea geniale, divenuta uno strumento per arricchirsi grazie ai fondi pubblici e alla concessione del Comune di Roma, garante, per il 95%, dei mutui erogati”. 

Progettazione ai nastri di partenza per la struttura del punto verde qualità

I 1200 mq della vecchia sala slot saranno destinati alla realizzazione di una sede AMA territoriale e di uno spazio polivalente avente le caratteristiche di un caffè letterario. Gli interventi saranno realizzati a scomputo, da AMA, che si occuperà anche della progettazione definitiva. Nel frattempo proseguono i lavori della scuola “Sarà pubblica e non convenzionata mentre ci sono stati riconosciuti, in bilancio, 240.000 euro per la riqualificazione della struttura a servizi con annessi campi da calciotto di cui abbiamo chiesto la consegna – ha aggiunto – Intanto nei prossimi giorni avvieremo la conferenza dei servizi propedeutica all’avvio dei lavori per la ristrutturazione dei locali destinati a Ama e caffè letterario”. 

Dal Municipio: "Risultato di un lungo lavoro"

Soddisfazione da parte del Municipio: "La delibera, di iniziativa della Giunta, è stato il risultato di un lungo lavoro dell’assessorato fatto di reperimento delle carte, tavoli tecnici, conferenze dei servizi, accatastamento degli immobili e individuazione delle risorse per la riqualificazione delle strutture – ha concluso Ziantoni - Ricordiamo che il punto verde qualità di Ponte di Nona, costato circa 20 milioni di euro, era decaduto nel 2012 e, da allora, è stato oggetto di un vero e proprio vuoto normativo e istituzionale”. 

Polemica dal PD: "Nessuna progettualità per il quartiere, solo una scelta dettata da una necessità"

Non sono mancate le polemiche. A storcere il naso per la decisione presa dal governo pentastellato è stato il PD: “Il M5s decide di portare degrado ad altro degrado aggravando ancora di più i problemi di Villaggio Falcone – ha commentato a margine della votazione Fabrizio Compagnone, capogruppo dem - La maggioranza, ancora una volta, ha perso un’occasione per riqualificare e rilanciare un territorio dove spesso i cittadini vivono ai margini sociali ed è sicuramente tra le primissime zone di degrado del Municipio VI”. Per i piddini del sesto si tratta di “necessità” e non di visione “reale e progettuale” per lo sviluppo del quartiere che avrebbe avuto bisogno di un disegno più articolato. “La mediocrità politica di questa maggioranza e del relativo esecutivo ormai è conclamata, ed a pagarne le spese sono purtroppo i cittadini” ha concluso Compagnone. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento