TorriToday

Il gruppo retake scrive alle istituzioni: "Vogliamo un municipio affamato di decoro"

Francesco Ortolani, responsabile del gruppo 'Retake Nuova Ponte di Nona', spiega: "Le istituzioni hanno il compito di finire il lavoro iniziato con i volontari. Un lavoro lasciato a metà è un'occasione persa, invece, un lavoro finito è un valore aggiunto per il decoro del quartiere"

Il gruppo 'Retake Nuova Ponte di Nona' scrive alle istituzioni affinché portino avanti il lavoro svolto dai volontari in questi mesi di attività. I retaker, infatti, impegnati in attività di decoro del quartiere, dopo gli interventi in via Cicali e l'adesione al progetto 'adesivileakes', torneranno in campo il prossimo 14 giugno, alle ore 18 presso il parco Sinisgalli. Nel frattempo, Francesco Ortolani, responsabile del gruppo 'Retake Nuova Ponte di Nona' ha invitato i rappresentanti delle istituzioni municipali, il presidente della circoscrizione sesta Marco Scipioni e il presidente della commissione ambiente, Pasquale Gidaro, a dare seguito alle attività di decoro.

"Il lavoro svolto in un singolo evento non può cambiare l'aspetto di un quartiere ed è quindi necessario un filo di continuità nelle azioni" - spiega Ortolani che in riferimento ai ruoli precisa una distinzione tra cittadini e istituzioni. "Il cittadino quindi avrà il compito di mantenere pulita l'area appena curata e contagiare positivamente altri amici - prosegue il responsabile del gruppo retake - Le istituzioni invece hanno il compito di finire il lavoro iniziato con i volontari. Un lavoro lasciato a metà è un'occasione persa e un lavoro finito è un valore aggiunto per il decoro del quartiere". Proprio alla base di questi motivi, Ortolani spiega ancora l'invito lanciato alle istituzioni: "In questa ottica il gruppo Retake Roma Nuova Ponte di Nona ha scritto al presidente del VI Municipio e al presidente commissione ambiente per spronarli ad un coinvolgimento sempre maggiore nelle iniziative Retake chiedendo di volta in volta ad Ama Roma e Pics Decoro di completare gli interventi nei giorni successivi all'evento Retake. Vogliamo un Municipio affamato di decoro". 

E sull'importanza del decoro, anche Luciano Liberati, retaker del gruppo, spiega: "Scopo del movimento non è quello di "pulire" bensì sensibilizzare innanzitutto le istituzioni affinchè svolgano il ruolo per il quale sono pagate - continua - E' importante far comprendere al cittadino "tipo" che un luogo più bello è un vantaggio per tutti". Poi conclude: "Nessun retaker si diverte a pulire e bonificare ma lo spirito che li anima è il desiderio che nel loro piccolo possano essere la scintilla di un recupero quanto più rapido possibile della bellezza dei luoghi che vivono". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento