TorriToday

Ponte di Nona, personale della Multiservizi assente alla scuola dell’infanzia, anticipata l’uscita dei bambini

Sul piede di guerra i genitori dei bambini che frequentano la scuola “Simpatiche canaglie”

Immagine di archivio

“Oggi la scuola chiude alle 15.30”. E’ questo l’avviso che i genitori dei bambini che frequentano la scuola “Simpatiche canaglie” di Nuova Ponte di Nona trovano affisso dinanzi la porta dell’istituto. “La mattina quando accompagniamo i bambini apprendiamo dell’uscita anticipata, non è tollerabile tutto ciò, non possiamo continuare a prendere permessi al lavoro” hanno spiegato al nostro giornale. 

Uscita anticipata dei bambini da scuola per mancanza del personale Multiservizi

Nessuno sciopero indetto, nessuna agitazione proclamata ma i dipendenti della Multiservizi, vittime di stipendi decurtati per il 30% restano a casa. È successo già in alcune scuole del centro città e in altre della zona a sud di Roma. All’appello rispondono anche gli istituti scolastici di Roma Est, oltre Ponte di Nona anche nella scuola di Prato Lungo, nei giorni scorsi, i genitori sono stati costretti ad uscire prima da lavoro per ritornare a scuola a prendere i loro bambini anche alle 13.30. “Durante un incontro a scuola – ha spiegato una mamma al nostro giornale – Avvenuto nella giornata di lunedì ci hanno rassicurato, asserendo che gli stipendi sono stati pagati per il 91% e quindi l’allarme è rientrato”. Hanno tirato un sospiro di sollievo i genitori ma certo non dormono sonni tranquilli: “E se dovesse succedere di nuovo il prossimo mese?” si chiedono preoccupati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Nuova Ponte di Nona genitori sul piede di guerra

Intanto a Nuova Ponte di Nona i genitori sono davvero esasperati e sono pronti a unirsi per sporgere denuncia per interruzione di pubblico servizio. La scorsa settimana il Campidoglio ha ammonito la Multiservzi chiedendo spiegazione per i comportamenti assunti dai dipendenti. “Roma Multiservizi intervenga urgentemente per ripristinare la regolarità nell'erogazione dei servizi nei nidi e nelle scuole della città e fornisca spiegazioni in merito all'accaduto”. QUI LA NOTIZIA 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

Torna su
RomaToday è in caricamento