TorriToday

Ponte di Nona, i dannati di via di Salone: "La scelta è tra rischiare la vita e pagare il pedaggio"

Auto rovinate, pneumatici forati e cerchi rotti. Via di Salone, soprattutto nelle giornate di pioggia, è la dannazione degli abitanti di Ponte di Nona. Bruno Foresti: "Sono anni che aspettiamo interventi di messa in sicurezza di questa strada"

Una condanna, di quelle amare, che ogni giorno ti presentano il conto. Cerchi rotti, se va bene. La vita, nei casi peggiori e drammatici. Via di Salone è un girone infernale. I dannati, costretti a percorrerla ogni giorno, sono gli abitanti di Ponte di Nona. Già, costretti. Perché per uscire dal quartiere l'altra alternativa è l'A24 che però qui costa 1 euro e 20 all'andata e 1 euro e 20 al ritorno. A denunciare lo stato di via di Salone è da anni il Comitato di quartiere di Nuova Ponte di Nona. Dopo questi giorni di piogge, in cui il girone dantesco è diventato più infernale che mai, gli sfoghi dei residenti sono finiti su facebook.

“Io non ho preso la buca ma per evitarla ho rischiato un incidente frontale", commenta Lisa Maria sulla pagina Facebook del comitato di quartiere. "Purtroppo quella strada la si fa perché non puoi prendere due volte al giorno la tratta a pedaggio anche perché siamo due in famiglia a farla” . Esperienza diversa quella di Ferdinando: "Ci ho rimesso un cerchio del motorino e uno della macchina, tutto a mie spese. Ma quando la rifanno? Sono trent’anni che è così disastrata!". L’esasperazione è tanta e aumenta ogni giorno di più a causa delle continue difficoltà che i residenti si trovano ad affrontare.

C’è anche chi pensa ad una soluzione drastica: "La strada a mio avviso andrebbe chiusa fino al rifacimento completo del manto stradale e della messa in sicurezza di tutta la via, altrimenti così si rischia la vita", dichiara Massimo. Cristiano, invece, ricorda, sempre attraverso la pagina Facebook, tutti gli interventi che ha effettuato come assistenza "Abbiamo fatto una media di quindici traini al giorno sul versante Est tra Tor Bella Monaca,  Torre Angela, La Rustica, Via Collatina, Via Tenuta del Cavaliere e Via Silicella". Tra gli automobilisti più fortunati c’è Monica, è "Io ho rotto ruota e cerchione qualche tempo fa, dopo una lunga trafila, sono stata risarcita quasi in toto. Certo ci vuole pazienza per l’iter burocratico". 

Il presidente del Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona, Bruno Foresti, dichiara "Sono anni che aspettiamo interventi di messa in sicurezza di questa strada e sono anni che segnaliamo le condizioni precarie di una arteria che ci conduce al Gra, piena di buche, strettissima e senza illuminazione. Ma nulla è stato fatto. Dobbiamo rischiare la vita o pagare il pedaggio dell'autostrada!"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento