TorriToday

Caso D’Angelo: i 'Rampelliani' dissentono in consiglio municipale

I pidiellini Fonti, Amici e Vendetti annunciano che non parteciperanno più alle sedute sino a quando non sarà risolta la questione dell'assessore ai Lavori Pubblici

Lo hanno annunciato nel corso dell’ultima seduta dello scorso 1 ottobre: “Non parteciperemo più ai lavori del consiglio municipale”. Questa la presa di posizione dei consiglieri di maggioranza 'Rampelliani' del Municipio VIII Massimo Fonti, Emanuele Amici e Fernando Vendetti per “manifestare il loro dissenso in merito alla questione dell’assessore D’Angelo ancora oggi in carica senza che il partito abbia spiegato la sua permanenza in virtù dell’avviso di Garanzia da lui ricevuto”.

CASO D’ANGELO - Assessore ai lavori pubblici e vicepresidente del Municipio Roma VIII delle Torri Ezio D’Angelo indagato (anche se il giudice Filippo Steidl ha respinto la richiesta di arresto) quest’estate nell’ambito dell’inchiesta su Samuele Piccolo. Esponente del Pdl che ha ricevuto un avviso di garanzia con contestuale perquisizione dei suoi uffici municipali perchè avrebbe finanziato, tramite il suo call center, 122 mila euro alla campagna di Piccolo senza dichiararli. Per tale motivo i 'Rampelliani' non parteciperanno alle prossime sedute del consiglio “fino a quando non sarà fatta chiarezza sulla situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

  • Grande Raccordo Criminale: "Li dobbiamo massacrare", le riscossioni della batteria di picchiatori

Torna su
RomaToday è in caricamento