TorriToday

Da Ponte di Nona al Campidoglio: il musical di oltre cento bambini che racconta il patrimonio di Gabii

L'evento si è svolto nella serata di lunedì presso piazza del Campidoglio. In platea la sindaca Raggi

Foto di Antonio Muzzone M5s

Metti oltre cento bambini provenienti da due scuole di periferia, una location mozzafiato come piazza del Campidoglio, il tramonto, una recita che porta in scena la cultura e il gioco è fatto. I piccoli studenti degli istituti comprensivi “Villaggio Prenestino” (situato nell’omonimo quartiere) e “Emma Castelnuovo” di Ponte di Nona, si sono esibiti in un musical dal titolo “In flumine veritas”, liberamente tratto da “Semo romani trasteverini no… semo gabini” di Adina Pucella, già vincitore del concorso del Comune di Roma “21 Aprile 2018”. E in platea, tra gli spettatori, la sindaca di Roma Virginia Raggi oltre che parte della giunta Romanella e del consiglio del municipio. 

L'opera scritta dagli insegnanti che porta in scena il patrimonio culturale di Gabii

L’opera è stata scritta dagli insegnanti ed è già stata portata in scena sia al Teatro Tor Bella Monaca che nella parrocchia di Sant’Egidio a Villaggio Prenestino. Il successo di pubblico registrato nella serata di lunedì al centro della città, fa presagire già nuovi ed importanti traguardi. “E’ stato uno spettacolo meraviglioso – ha spiegato a margine dell’evento Roberto Romanella, presidente del sesto municipio che a Roma Today ne ha raccontato la genesi – la Sindaca in una delle recenti visite presso il nostro municipio ha conosciuto i bambini impegnati nella recita e da quel momento si è pensato a un’esibizione importante la cui organizzazione è stata creata in collaborazione tra il Municipio e il Comune”. Romanella ha voluto puntare l’accento sull’importanza del patrimonio culturale: “Oltre le problematiche legate al quotidiano, all’interno del nostro territorio c’è un patrimonio di inestimabile valore che deve essere assolutamente valorizzato e i bambini, che di questo hanno raccontato, ci aiutano a tenere accesi i riflettori perché l’identità culturale è di importanza fondamentale”. 

Dal Municipio: "Puntiamo alla valorizzazione del patrimonio che possediamo"

“Uno spettacolo emozionante – ha commentato Alessandro Gisonda, assessore alla cultura del parlamentino delle Torri – Ennesima dimostrazione che quando i ragazzi del nostro territorio vengono coinvolti sono sempre pronti, fantasiosi e dalle grandi disponibilità. Siamo orgogliosi di questi giovani, delle loro famiglie e dei loro insegnanti”. Gisonda ha inserito, inoltre, lo spettacolo in un contesto di più ampio respiro focalizzando l’attenzione su una visione nuova del Municipio e del rapporto dei suoi abitanti con l’arte e con la cultura: “Da sempre perseguiamo l’obiettivo di mettere insieme le attività culturali per accendere il faro sul patrimonio che possediamo e speriamo di lasciare soprattutto ai giovani residenti un posto migliore”.
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento