TorriToday

Incendi al campo di via di Salone: sgomberate 44 baracche

Si tratta degli alloggi di una comunità che utilizzava anche altri due edifici industriali dismessi nel terreno di proprietà dell'Italgas, adiacente al campo autorizzato

Un sospiro di sollievo per gli abitanti delle zone limitrofe al campo nomadi di via di Salone alle prese da mesi con i fumi sprigionati dai roghi accesi da alcuni ospiti di un insediamento abusivo sorto illegalmente in un'area di 70mila metri quadrati di proprietà dell'Italgas, nel terreno adiacente il campo autorizzato di Salone. Solo negli ultimi 18 mesi sono stati 110 gli interventi antincendio nell'area in un terreno in relazione al quale la stessa Italgas e i comitati di quartiere avevano denunciato lo stato di degrado e di pericolosità. Da poche ore la Polizia Locale Roma Capitale ha dato il via al recupero e alla bonifica dei luoghi. Gli agenti dell’VIII Gruppo, del Gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale, affiancati da ispettori della Asl e coordinati dal vicecomandante del Corpo Antonio Di Maggio, hanno sequestrando parte del terreno, ancora in fiamme, che era stato trasformato in discarica.



CAMPO DISCARICA - Carcasse di elettrodomestici, cumuli di pneumatici, plastica, metalli e rifiuti di ogni genere che vengono periodicamente dati alle fiamme. Autori dei roghi gli occupanti di una “cittadella” di 44 baracche costruite con legno e materiali di risulta. Si tratta degli alloggi di una comunità che utilizzava anche altri due edifici industriali dismessi. Lunghissima la lista dei reati per i quali sono stati denunciati i 30 romeni fermati: occupazione, invasione, deturpamento e imbrattamento di terreni, danneggiamento di proprietà privata, incendio e procurata emissione di gas e fumi.

ULTIMI INCENDI - Incendi che si erano manifestati anche lo scorso 1 luglio con un'alta colonna di fumo visibile in molti quartieri della periferia est di Roma. Odore acre che aveva raggiunto per l'ennesima volta le le vicine abitazioni di Tor Sapienza e Ponte di Nona e che aveva visto all'opera i mezzi di soccorso coadiuvati dall'ausilio di un elicottero.

DENUNCIA - Ultimi incendi che hanno rimesso in luce il problema con il Comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona a denunciare: "Quanto si deve ancora aspettare affinché qualcuno prenda seri provvedimenti per quello che succede, ormai periodicamente, in via di Salone nei pressi del campo nomadi? - si domandava un cittadino sulle pagine del sito del Comitato di quartiere Nuovo Ponte di Nona -. Colonne di fumo nero, intenso, acre, che non fanno presagire nulla di buono. Non bastano i numerosi fax inviati dai tanti cittadini del quartiere alla Polizia Roma Capitale 'U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale', le segnalazioni ai Carabinieri del 112 o altro. Queste "simpatiche tradizioni". E noi respiriamo questi miasmi. E i nostri (e i loro) figli pure. Dobbiamo aspettare qualche caso di tumore al polmone di qualche bimbo affinché qualcuno prenda in seria considerazione l'idea di porvi rimedio definitivamente?. Chi di dovere - concludeva la nota - che siano forze di polizia locale o nazionale, istituzioni o politica, faccia cessare subito queste attività criminali. Non ci interessa come, non ci interessa se ci sono difficoltà legate a questo o quel motivo". Ennesima denuncia a cui ha fatto seguito un'interrogazione presentata al Comune di Roma dal consigliere Pd Dario Nanni per ottenere "una urgente risoluzione del problema".  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento