TorriToday

Tor Bella Monaca: Acea stacca l'acqua all'ambulatorio di medicina solidale

I medici e gli operatori sanitari questa mattina non hanno potuto aprire il servizio, e hanno dovuto rinviare le visite mediche previste per la giornata di oggi

Servizi sospesi oggi nell'ambulatorio di medicina solidale di via Aspertini a Tor Bella Monaca. A causare il blocco l'interruzione dell'erogazione dell'acqua disposta da Acea. Il servizio è ospitato presso il centro anziani del Comune di Roma. "I medici e gli operatori sanitari", denuncia il capogruppo di Sel Gianluca Peciola, "questa mattina non hanno potuto aprire il servizio, e hanno dovuto rinviare le visite mediche previste per la giornata di oggi".

"Medicina solidale", secondo Peciola, "rappresenta un punto di riferimento per il quartiere di Tor Bella Monaca e offre assistenza sanitaria agli immigrati e alle persone in condizione di disagio sociale del quartiere".

"È inaccettabile e disumano - continua Peciola - il comportamento della società che gestisce il servizio idrico romano, oltretutto sembrerebbe che il distacco dell'acqua sia avvenuto per il mancato pagamento di una bolletta di soli 40 euro. La società con questa azione ha veramente superato ogni limite. Chiediamo l'intervento del Sindaco, non è la prima volta che la questione sociale viene posta in secondo piano rispetto ad esigenze contabili e burocratiche, un tale comportamento non è accettabile, soprattutto in condizioni di grave crisi economica".

Erica Battaglia, consigliere comunale Pd e presidente della commissione capitolina Politiche sociali e della salute commenta: "Pur comprendendo che l'intervento di Acea abbia presupposti tecnico-contrattuali, vogliamo invitare l'azienda a rinunciare a questa misura estrema, lavorando invece a una soluzione di mediazione equilibrata. Obiettivo umanitario e prioritario  è che gli operatori del Centro di Medicina Solidale possano continuare a offrire quella assistenza sanitaria di cui si servono i settori sociali del quartiere più colpiti dalla crisi economica e dal disagio sociale. Da parte nostra ci faremo carico di intervenire presso l'assessorato capitolino competente perché si scongiuri l'interruzione di questo servizio, così vitale per il quartiere e i più bisognosi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento