TorriToday

Ascensore rotto e Comune senza soldi: "Mia figlia disabile al 100%,  è un sequestro di persona"

Dall'azienda manutentrice degli ascensori nelle palazzine ERP una risposta che ha gettato gli inquilini ancora di più nello sconforto

Via Panzera, 2 - Google Maps

“Purtroppo il Comune non ha più fondi per il ripristino dell’ascensore, siamo intervenuti ma occorrono dei materiali per il funzionamento, ci scusiamo tantissimo ma rivolgetevi al Comune”. Sono state queste le parole che gli inquilini della casa popolare al civico 2 di via Panzera (Tor Bella Monaca) si sono sentiti rispondere dalla ditta Nord Elevetors Srl che manutiene gli ascensori delle case di edilizia residenziale pubblica. Il contenuto della risposta, che Roma Today ha potuto leggere, è diventato parte di una interrogazione in Campidoglio di Fratelli d’Italia presentata dal capogruppo Figliomeni finalizzata a capire se i fondi per la manutenzione sono effettivamente già conclusi a soli quattro mesi dall’inizio dell’anno e quali strategie si intende mettere in campo per risolvere il disagio. 

Perché di disagio si parla per gli inquilini della palazzina di quattro piani che da settimane ha l’ascensore fuori uso. Lina, un’inquilina, ha raccontato al nostro giornale l’esasperazione della sua quotidianità: “Ho una figlia disabile al 100%, è chiusa in casa da mesi per la presenza del Covid-19 e adesso che potrebbe uscire all’aria aperta resta ancora chiusa qui perché l’ascensore non funziona. È assurdo questo è sequestro di persona, negli appartamenti della scala b vivono soprattutto anziani e disabili”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho chiesto che venga convocata una commissione trasparenza nei prossimi giorni al municipio – ha detto Nicola Franco, capogruppo di FdI al sesto – Non è possibile lasciare gli abitanti in queste condizioni, è vergognoso. Oltretutto i nostri uffici tecnici, ormai, possono solo segnalare al Dipartimento senza poter intervenire, è assurdo. Se si continuano a fare gli inteterventi a macchia di leopardo, avremo sempre cittadini prigionieri nelle loro case”. Il capogruppo ha ricordato come nei giorni scorsi, all’interno del palazzo di via Panzera è deceduto un uomo: “Troppi sforzi per salire le scale e il suo cuore, sembra, non abbia retto” ha concluso Franco. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi casi, sono 11 in totale nel Lazio. I dati Asl del 27 maggio

Torna su
RomaToday è in caricamento