TorriToday

Quel pasticciaccio brutto delle palestre del municipio VI. Il coordinamento: "Vogliamo una soluzione"

Il blitz del coordinamento nei locali di via Cambellotti

Non c’è ancora una soluzione per “quel pasticciaccio brutto” del bando di assegnazione per le palestre scolastiche del Municipio VI. Dopo la “non idoneità” di 30 associazioni sportive su 34 e l’esclusione, di fatto, di oltre duemila bambini dall’attività sportiva pomeridiana, il coordinamento “6 sport” non si arrende. E non si arrende nonostante la possibilità che le palestre scolastiche stiano ferme un anno è molto più di un’ipotesi. Di fronte a questo la rabbia del coordinamento: “Per la prima volta le associazioni in tanti anni di storia si sono trovati davanti a una situazione surreale, dettata da una incapacità di gestione di fondo e un rapporto interrotto per la saccenza di determinati rappresentanti locali”.

Il coordinamento delle associazioni arriva in Municipio 

E proprio per creare un dialogo con i rappresentanti istituzionali locali, nel pomeriggio di martedì, il coordinamento delle associazioni è giunto nei locali di viale Cambellotti per chiedere un incontro che è stato concesso. “Con noi – hanno fatto sapere dal coordinamento – sono venuti anche genitori e bambini perché qui il disagio è soprattutto per il territorio”. Già perché: “Presso le palestre scolastiche sono in vigore prezzi calmierati per l’attività sportiva – hanno aggiunto – nelle palestre private, invece, i costi sono almeno il doppio e questo ovviamente induce i genitori a desistere dall’iscrizione, scelte che poi si ripercuotono sui bambini”. 

48 ore di tempo

Il coordinamento è in attesa di una convocazione che dovrebbe avvenire in breve tempo: “Ci hanno assicurato che avrebbero risolto il problema e che entro 48 ore ci convocheranno per comunicarci la soluzione”. Hanno concluso: “Noi continuiamo a sperare”. Del resto le associazioni vincitrici hanno potuto iniziare le attività presso le palestre scolastiche solo nella giornata di lunedì 23 ottobre. 

Dal PD: “Un danno devastante”

"Il danno che si sta perpetrando è devastante, centinaia di istruttori senza lavoro, famiglie in balia degli eventi, bambini senza sport - ha commentato Dario Nanni, capogruppo del Partito Democratico al Municipio Roma VI - Ancor più inqualificabile se si considera l'importanza dal punto di vista sociale che tale attività rappresenta nei nostri quartieri dell'estrema periferia". Ha aggiunto: "Offrire sport ad un prezzo calmierato è stata la filosofia delle precedenti amministrazioni, non far fare sport è quella che sta dimostrando l'attuale amministrazione a 5 stelle".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento