TorriToday

Tor Bella Monaca, blitz tra le case popolari: denunciati 20 occupanti abusivi. "Così facciamo chiarezza"

Nel corso dell'intervento, diretto dal Comandante Antonio Di Maggio, sono state raccolte informazioni su 75 nuclei familiari

Circa 150 gli agenti impegnati, 75 famiglie controllate, 20 occupanti abusivi denunciati e una persona arrestata. Questo il bilancio dell'operazione 'Torri' che, nella giornata di mercoledì 10 luglio, ha posto Tor Bella Monaca sotto la lente di ingrandimento di Polizia Locale, Municipio VI e Comune di Roma. Il personale del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, invece, ha fornito un supporto per alcune attività di accertamento.

Nelle attività di controllo i caschi bianchi hanno spaziato dalle regolarità dei titoli di assegnazione degli alloggi a quelle degli allacci alla rete idrica ed elettrica. Verifiche capillari anche nelle cantine e su tutti i veicoli rinvenuti nell'area di Largo Ferruccio Mengaroni. Nel corso dell'intervento, diretto dal Comandante Antonio Di Maggio, sono state raccolte informazioni sui nuclei familiari. Sulle 20 persone, occupanti abusivi, si stanno svolgendo inoltre ulteriori accertamenti.

A seguito di alcune anomalie riscontrate sugli allacci di luce, verificate grazie all'intervento di personale Acea, sono partite le prime denunce anche nei confronti di 5 persone. Un persona tunisina di 26 anni è stata arrestata invece per spaccio di stupefacenti, dopo che aveva opposto resistenza durante i controlli. L'arrestato, con precedenti specifici a suo carico, aveva allestito una stanza con bilancini di precisione e materiale idoneo al frazionamento e al confezionamento della sostanza stupefacente.

tor bella monaca2-2

Il video del blitz a Tor Bella Monaca 

Dei circa 60 veicoli controllati, si è proceduto al sequestro di 21 mezzi, la maggior parte poichè privi di assicurazione mentre alcuni sono risultati invece di provenienza furtiva. Ulteriori attività di indagine sono ancora in corso e proseguiranno nei prossimi giorni.

"Il censimento a tappeto delle case popolari di Tor Bella Monaca lo abbiamo fortemente voluto, insieme al Municipio VI, per fare chiarezza estrema in una delle zone più interessate dall'edilizia popolare", ha commentato su Facebook l'assessore al Patrimonio di Roma Capitale, Rosalba Castiglione.

"Non ci fermeremo qui. Sulla base delle segnalazioni che abbiamo ricevuto dai cittadini, a cui voglio esprimere il più profondo ringraziamento, abbiamo individuato alcune zone prioritarie dove intervenire. Sono operazioni massicce, che mirano non solo a verificare la situazione delle occupazioni casa per casa ma anche ad intercettare altri illeciti. Ringrazio la Polizia Locale per il fondamentale e preziosissimo lavoro sempre al servizio di tutti i cittadini. In molti non si sentono di scegliere un alloggio popolare in alcune zone per paura. Lo abbiamo verificato durante le assegnazioni e non è accettabile. Già poche settimane fa siamo intervenuti a Bastogi e andremo avanti così, nel solco di un impegno e un messaggio chiaro per la città: a Roma non c'è più spazio per le zone d'ombra. Continueremo determinati. Diciamo basta al proliferare di ingiustizie, soprusi e abusi. L'Amministrazione c'è ed è al fianco dei cittadini"ha concluso Castiglione.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento