TorriToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, un poeta in balcone a Tor Bella Monaca: “Te stai a portà via i deboli come fa un vigliacco con la povera gente”

"A te che sei così piccolo, minuscolo ed invisibile, ma sei così forte, aggressivo e invincibile"

 

Non solo flash mob musicali. A Tor Bella Monaca anche la recita di una poesia in balcone da una delle torri di viale Santa Rita da Cascia. L’autore si è rivolto direttamente al virus Covid-19 che da settimane ormai ha raggiunto anche l’Italia e per contrastare il contagio il governo ha diffuso un decreto restrittivo “Io resto a casa”.

Ecco parte del testo contenuto nella poesia dell’anonimo poeta: “Te stai a portà via i deboli e soprattutto i vecchi quelli più stanchi, sì come fa un vigliacco con la povera gente, glie stai a portà via tutto e non glie stai a lascià niente. Ce stai a fa sistemà le case e pure gli armadi, ce stai a fa pensa quello che ho fatto ieri e a quello che farò domani. Ce stai a fa cantà affacciati a un balcone, ce stai a fa ritirà fuori l’oroglio, ce stai a fa tornà nazione. A te che sei così piccolo, minuscolo ed invisibile, ma sei così forte, aggressivo e invincibile, te chiedo solo una cosa, penso d’avè capito sta lezione, certamente lo so che il tempo passa e che tutta sta tristezza nun me lascia, certamente non sarà sta poesia a portarme dentro ar core un po’ d’allegria, certamente però un po’ m’aiuterà e un po’ de carma in petto me farà tornà. Ciao a tutti”
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento