TorriToday

A Tor Bella si parla di cyberbullismo: l'istituto Acquaroni adotta "Policy di E-Safety"

Un documento che descrive gli aspetti necessari per dotarsi di una comprensione della rete internet

Un seminario di formazione per la prevenzione e il contrasto al bullismo e cyberbullismo dedicato ai docenti dell’istituto di via Acquaroni, organizzato dalla prof. Lazzeretti. Succede  a Tor Bella Monaca per iniziativa della scuola presieduta dal prof. Carmine Giammarini. Stop bullying è progetto-campagna internazionale, nato con lo scopo di riflettere sul vero significato del bullismo e sulle modalità per prevenire e combattere il bullismo e il cyberbullismo, fenomeni dilaganti. 

"Una politica scolastica capillare è fondamentale"

Un fenomeno sempre più diffuso, che sempre più spesso si consuma tra i banchi di scuola, aumentano i comportamenti violenti tra i ragazzi e sempre più spesso le aggressioni si spostano sui social network. Sull’importanza di tenere alti i riflettori su casi come questi, l’istituto di via Acquaroni ne è assolutamente convinto: “Una politica scolastica capillare di formazione nell’ottica della prevenzione e del contrasto al bullismo e cyberbullismo è l’unico modo per intervenire con decisione e responsabilità su questo fenomeno” – ha sottolineato il dirigente scolastico Giammarini - in perfetta linea con la legge approvata alla Camera a maggio 2017 sul cyberbullismo, i cui «cardini» sono una stretta sul web e il coinvolgimento delle scuole nel contrasto delle molestie online. Il bullismo è una seria ferita sociale la cui responsabilità non è solo dei minorenni, ma anche dei loro genitori ed insegnanti. Non basta la semplice condanna ma bisogna andare a fondo alle radici di comportamenti errati e reiterati che coinvolgono i bulli, le vittime e i testimoni”.

L'istituto adotta un documento: "Policy di E-Safety"

Di fronte a tale emergenza sociale, l’I.C. Via Acquaroni si è anche dotato di una “Policy di E-Safety”, un documento volto a descrivere tutti gli aspetti necessari per dotarsi di una visione e comprensione della rete internet, guardando sia alle sue potenzialità in ambito didattico che alla prevenzione dei rischi. Un insieme di regolamenti, linee di azione e attività poste in essere per fare fronte ad una serie di necessità individuate che coinvolgono tutta la comunità scolastica, dal Dirigente ai genitori.

Al convegno che si è svolto nei giorni scorsi presso i locali della scuola, sono intervenute la dott.ssa Alessia Pesaresi, psicologo clinico e psicoterapeuta nel settore Adozioni, la dott.ssa Angela Leo, patrocinatore legale, avvocato civilista e penalista, Alessandro Iannamorelli, giornalista indipendente e Referente dei Giovani per la Pace, esperto di comunicazione via web e la dott.ssa Barbara Rossi, assistente sociale e sociologa ricercatrice. Coordinatrici e mediatrici dell’incontro: Carmen Manuela Ion e Lacramioara Maricica Nita.

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento