TorriToday

A Tor Bella si parla di cyberbullismo: l'istituto Acquaroni adotta "Policy di E-Safety"

Un documento che descrive gli aspetti necessari per dotarsi di una comprensione della rete internet

Un seminario di formazione per la prevenzione e il contrasto al bullismo e cyberbullismo dedicato ai docenti dell’istituto di via Acquaroni, organizzato dalla prof. Lazzeretti. Succede  a Tor Bella Monaca per iniziativa della scuola presieduta dal prof. Carmine Giammarini. Stop bullying è progetto-campagna internazionale, nato con lo scopo di riflettere sul vero significato del bullismo e sulle modalità per prevenire e combattere il bullismo e il cyberbullismo, fenomeni dilaganti. 

"Una politica scolastica capillare è fondamentale"

Un fenomeno sempre più diffuso, che sempre più spesso si consuma tra i banchi di scuola, aumentano i comportamenti violenti tra i ragazzi e sempre più spesso le aggressioni si spostano sui social network. Sull’importanza di tenere alti i riflettori su casi come questi, l’istituto di via Acquaroni ne è assolutamente convinto: “Una politica scolastica capillare di formazione nell’ottica della prevenzione e del contrasto al bullismo e cyberbullismo è l’unico modo per intervenire con decisione e responsabilità su questo fenomeno” – ha sottolineato il dirigente scolastico Giammarini - in perfetta linea con la legge approvata alla Camera a maggio 2017 sul cyberbullismo, i cui «cardini» sono una stretta sul web e il coinvolgimento delle scuole nel contrasto delle molestie online. Il bullismo è una seria ferita sociale la cui responsabilità non è solo dei minorenni, ma anche dei loro genitori ed insegnanti. Non basta la semplice condanna ma bisogna andare a fondo alle radici di comportamenti errati e reiterati che coinvolgono i bulli, le vittime e i testimoni”.

L'istituto adotta un documento: "Policy di E-Safety"

Di fronte a tale emergenza sociale, l’I.C. Via Acquaroni si è anche dotato di una “Policy di E-Safety”, un documento volto a descrivere tutti gli aspetti necessari per dotarsi di una visione e comprensione della rete internet, guardando sia alle sue potenzialità in ambito didattico che alla prevenzione dei rischi. Un insieme di regolamenti, linee di azione e attività poste in essere per fare fronte ad una serie di necessità individuate che coinvolgono tutta la comunità scolastica, dal Dirigente ai genitori.

Al convegno che si è svolto nei giorni scorsi presso i locali della scuola, sono intervenute la dott.ssa Alessia Pesaresi, psicologo clinico e psicoterapeuta nel settore Adozioni, la dott.ssa Angela Leo, patrocinatore legale, avvocato civilista e penalista, Alessandro Iannamorelli, giornalista indipendente e Referente dei Giovani per la Pace, esperto di comunicazione via web e la dott.ssa Barbara Rossi, assistente sociale e sociologa ricercatrice. Coordinatrici e mediatrici dell’incontro: Carmen Manuela Ion e Lacramioara Maricica Nita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Stadio della Roma: l'assessore Frongia indagato per corruzione

  • La linea gialla

    Non è mai colpa sua

  • Politica

    De Vito arrestato, si riapre lo scontro Raggi Lombardi: "Gli dissi di dimettersi, la sindaca invece con Giampaoletti..."

  • Cronaca

    Scale (im)mobili, Raggi quasi: la Sindaca valuta la revoca della manutenzione. Procura apre indagine

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento