TorriToday

Nasce una nuova realtà associativa alle Torri: daEst Associazione Interquartiere

L'obiettivo prefissato dal nuovo soggetto associativo è quello di creare un insieme di cittadini dove "ognuno diventi parte del tutto"

Dignità umana, ambiente, salute, lavoro ma anche istruzione e sicurezza senza dimenticare i trasporti e l’archeologia. Sono queste le tematiche attorno cui ruota la filosofia del nuovo organismo nato di recente. daEst- Associazione Interquartiere è la nuova realtà associativa fondata nei territori del Municipio Roma VI delle Torri. Un insieme di cittadini, molti dei quali anche fondatori del QRE, quartieri riuniti in evoluzione, da cui hanno preso le distanze dopo “la connotazione partitica” assunta dall’associazione. Del resto la carta di intenti a cui si rifanno è la stessa su cui si è fondato il QRE a suo tempo.

“Abbiamo intenzione di superare gli steccati che limitano i quartieri – ha commentato Maria Vittoria Molinai del comitato di quartiere Tor Bella Monaca – i problemi del singolo territorio sono i problemi di tutti e vanno condivisi, l’idea è che quella che ognuno diventi parte del tutto, un insieme di soggetti attivi che insieme riescono a coinvolgere altri cittadini”. Alle sue parole hanno fatto eco quelle di Riccardo Fabi, Colle del Sole: “Vivo qui dal 1978 e ancora oggi mi ritrovo a lottare su problematiche che già in passato hanno affrontato anche i miei genitori, dall’ambiente alle strutture, i territori sono devastati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E un punto di partenza la neonata associazione ce l’ha già: “Abbiamo intenzione di monitorare lo sviluppo e la messa in pratica del piano rifiuti che ci è stato presentato in municipio che prevede la tariffa puntuale, il porta a porta spinto, le compostiere di comunità – ha asserito Noris Pivetta di Collina della Pace – insomma una serie di iniziative che rendano il rifiuto una ricchezza”. Loro, che si sono battuti e continuano a battersi per la riqualificazione di Rocca Cencia, hanno dimostrato idee chiare e obiettivi precisi. “Nei nostri territori ci sono tanti problemi, dai punti verde qualità alla carenza di strutture scolastiche, è nostra intenzione porre su queste tematiche l’impegno necessario perché si risolvano”, ha concluso Valter Aquilini della Lista Disoccupati Ponte di Nona. “I nostri obiettivi restano gli stessi della carta intenti nata con il QRE”, ha sottolineato Stefano De Prophetis di Villaggio Prenestino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento