TorriToday

Fumi e olezzi maleodoranti dall’ex depuratore di Tor Bella Monaca

Emergenza igienico-sanitaria in viale di Tor Bella Monaca. Da oltre un mese cittadini e residenti alle prese con i focolai che si sprigionano dalle tonnellate di rifiuti ammassati nelle vasche nel corso degli ultimi 20 anni

Un ribollire di rifiuti. Una situazione che rasenta l’emergenza ambientale ed igienicho-sanitaria. Tempi maleodoranti per alcuni residenti di Tor Bella Monaca alla prese da oltre un mese con i focolai che si sprigionano dall’ex depuratore di viale Tor Bella Monaca. Enorme struttura abbandonata a se stessa nel 1992 che da allora ha visto occupazioni (l’ultimo sgombero risale al 2008 con successiva distruzione delle ‘casette’ per evitare l'accesso di altri ospiti) ma soprattutto tanto degrado. Sono infatti tonnellate i rifiuti abbandonati nella vasche da venti anni a questa parte, elettrodomestici, sirighe, copertoni e tutto ciò che non si riesce nemmeno ad immaginare. Vasche stracolme di immondizia che hanno cominciato a prendere fuoco sul finire dello scorso mese di giugno e che ieri ancora fumavano sprigionando olezzi maleodoranti che dal viale di ingresso al quartiere, poco dopo le rampe di accesso e uscita dal Grande Raccordo Anulare, raggiungono le vicine abitazioni di via dell’Archeologia, con i residenti del R4, del R5 e delle Torri impossibilitati ad aprire finestre e balconi in cerca di refrigerio, pena la convivenza con fumi e odori che rendono le serate estive meno gradevoli.

EX DEPURATORE - Inattivo dal 1992 l’ex depuratore sarebbe dovuto divenire, tra le tante ipotesi, un CEAT Centro Emergenza Abitativa Temporanea o ancora meglio un’isola ecologica per il quartiere. Buone le idee meno i fatti, tanto sta che nel corso dei decenni le vasche dell’ex impianto di viale Tor Bella Monaca hanno accumulato al loro interno così tanta immondizia che dopo il primo incendio, risalente al finire dello scorso giugno, ancora non si riesce a spegnere completamente, con fumi e olezzi maleodoranti visibili e percepibili ad un semplice passaggio in moto od in auto davanti l’area. Incendi che hanno visto all’opera i vigili del fuoco ma che riguardano una tale quantità di rifiuti che per spegnerli definitivamente ci sarebbe bisogno di una bonifica totale dell’area o, cosa che sembra stia accadendo, di attendere il suo normale spegnimento che, visto i tempi ed il materiale, si potrebbe protrarre ancora per molto, per la gioia dei cittadini che da tempo hanno segnalato il problema in Municipio e che in queste afose calde d'estate devono decidere se aprire i balconi o lasciarele finestre chiuse.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento