TorriToday

Marcia indietro del Pd: "Ferrovie laziali fino a Giardinetti"

La linea è stata dimezzata nell'agosto dello scorso anno. Immediate le reazioni dell'utenza costretta a subire ritardi e disguidi. Dal gruppo dem in Campidoglio la richiesta di ripristino

Un ordine del giorno per chiedere alla sindaca Raggi di ripristinare il tratto della linea ferroviaria tra Centocelle e Giardinetti. Così il gruppo dem al Campidoglio fa un passo indietro perché la linea "mette in collegamento gli utenti con il centro della città e anche con i luoghi di maggiore interesse".

Erano i primi giorni dell'agosto dello scorso anno quando la storica linea Termini-Giardinetti che collegava, appunto, la stazione centrale di Roma con la periferia Est della Capitale è stata interrotta a Centocelle. Una sorta di "effetto metro C", poiché con l'apertura della terza linea della metropolitana, l'Atac ha voluto "preparare l’intervento di realizzazione del nuovo capolinea della ferrovia nei pressi della stazione Parco di Centocelle della metro C".  Così la linea che per 99 anni ha servito parte dell'utenza è stata dimezzata. Immediate le reazioni del mondo politico, in particolare di rappresentanti del centrodestra come Santori che ha presentato una mozione per il ripristino anche in Regione. Nel successivo mese di settembre anche dal parlamentino delle Torri, principalmente interessato dal taglio, la dichirazione: "E' stato un errore macroscopico sopprimere la Termini-Giardinetti".

La decisione di spostare il capolinea a Centocelle ha indignato soprattutto l'utenza. Già perché la frequenza della tratta metropolitana che mette in collegamento il quartiere Pantano con piazza Lodi è molto scarsa, con corse anche ogni venti minuti e lo sdoppiamento della linea 105 che da Termini portava a Grotte Celoni in 105 e 106 non ha agevolato gli utenti costretti ad aspettare "tempi biblici" l'arrivo dei mezzi. Attese troppo lunghe, chilometri scoperti e un affondo alle attività commerciali poste a ridosso della via Casilina. Questi i disagi maggiori dopo il riordino del trasporto pubblico locale. Così anche nel gennaio di quest'anno, sempre dal Municipio Roma VI delle Torri un altro Sos per potenziare almeno la frequenza degli autobus.

E se dal partito democratico del Municipio Roma VI delle Torri un passo indietro già si è verificato in tema di trasporto pubblico, adesso ne arriva un altro, sempre dal gruppo dem ma capitolino. Dopo il riordino del trasporto pubblico locale, avvenuto con la tratta in essere del trenino Termini-Giardinetti e l'annuncio dello sdoppiamento della tratta bus Termini-Grotte Celoni, i piddini del parlamentino VI ne hanno chiesto il ripristino. Adesso è la volta del gruppo Dem che siede tra i banchi dell'assemblea capitolia. Sono i consiglieri Pd infatti a chiedere il ripristino della tratta Termini-Giardinetti per "rendere nuovamente fuirbile la linea tranviari ai cattadini".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento