TorriToday

Torre Angela, sfalcio al parco della Pace. Il municipio spinge per il decentramento

Realizzati gli interventi di sfalcio all'interno del parco che dopo la costruzione è stato progressivamente abbandonato

municipio vi

Interventi di sfalcio dell’erba sono stati effettuati al parco della Pace, a Torre Angela, così come in altre aree verdi del sesto la cui manutenzione non spetta al municipio: “Ecco perché spingiamo per il decentramento amministrativo – ha spiegato l’assessora all’ambiente Katia Ziantoni – Così da poter manutenere direttamente le aree”. 

Il Parco della Pace è stato realizzato, inaugurato e poi abbandonato. L’area in questione, era oggetto di una vecchia convenzione con la società P.R.I.M.M. che doveva occuparsi della manutenzione. “Sin dal 2017, con note protocollate inviate al Dipartimento Tutela Ambientale, responsabile dell’area, si è denunciato lo stato di degrado del parco e l’assenza di manutenzione, al fine chiederne la ripresa in carico da parte del Servizio Giardini di Roma Capitale.” In attesa di riscontro da parte del Comune, il municipio ha realizzato una mappatura completa delle aree per procedere anche all’aggiornamento del catasto.

Il Parco della Pace è ora presente al catasto del verde e numerose iniziative sono state sostenute sul territorio anche fornendo la necessaria assicurazione ai volontari che hanno promosso giornate ecologiche all’interno dell’area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con il nuovo Assessorato capitolino, abbiamo effettuato un nuovo sopralluogo e indicato l’area tra le priorità degli sfalci affinché rientri regolarmente nella manutenzione ordinaria del Servizio Giardini. Contiamo a giorni di chiudere anche questa vicenda, frutto di negligenze, ma anche di una gestione accentrata e lontana dalla realtà su cui insisteremo ancora per arrivare al decentramento entro la fine della consigliatura" ha detto Ziantoni. Infine: "Questo parco va, tuttavia distinto dall’area adiacente che circonda il CSA dei Pini - ha concluso - Si tratta di un’area diversa, sulla quale addirittura pende un vecchio contenzioso tra Roma Capitale e Vaselli, mai risolto. Parliamo, infatti della convenzione urbanistica attraverso cui è stata realizzata Tor Bella Monaca le cui competenze fanno capo all’urbanistica di Roma Capitale per via di un esproprio mai definito". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento