TorriToday

A Tor Bella Monaca i grillini "scivolano" sulla pista di ghiaccio annunciata, ma mai realizzata

La pista di pattinaggio che non c'è, la rabbia dei residenti a Tor Bella Monaca

Una pista di pattinaggio sul ghiaccio, in periferia, durante le festività natalizie. La location individuata per la realizzazione del progetto il parcheggio di via Parasacchi, nelle immediate vicinanze del liceo Amaldi a Tor Bella Monaca. Una iniziativa “nobile” che però si è scontrata con la realtà dei fatti e pertanto non è stata realizzata.

A spiegare le motivazioni del flop della manifestazione di interesse pubblicata dal Municipio Roma VI delle Torri è stato Alessandro Gisonda, assessore alla cultura del parlamentino di viale Cambellotti che raggiunto al telefono ha raccontato: “Abbiamo pubblicato il bando e hanno aderito tre soggetti ma al momento della consegna dei progetti nessuno dei tre ha proseguito nel suo intento”. È bene precisare che l’amministrazione municipale aveva stanziato per la realizzazione della pista di pattinaggio un importo di circa 30mila euro: “Parte della cifra – ha continuano Gisonda – verrà impegnata per iniziative concernenti lo sport sul territorio, tra questi un progetto con le realtà sportive”. 

La mancata realizzazione della pista di pattinaggio su ghiaccio, una vera novità in periferia, ha acceso però non poche polemiche. Tra tutti il comitato popolare Roma Est: “E’ un’ennesima presa in giro per gli abitanti di Tor Bella Monaca – ha commentato Emanuele Licopodio, presidente – continuiamo ad essere trattati come cittadini di serie B, senza diritti ma solo con doveri, in questo territorio le iniziative non vengono mai portate a compimento”.

Toni più duri quelli di Pamela Strippoli, consigliera di Fratelli d’Italia al Municipio VI: “Questa vicenda è l’ulteriore riprova dell’incapacità dell’amministrazione a cinque stelle di gestire bandi, risorse e protocolli d’intesa, alcune associazioni erano intervenute alla manifestazione d’interesse, di fatto però i requisiti e le pretese delle istituzioni sono risultate troppo gravose per le associazioni che hanno disertato”. Ha aggiunto: “Ma i 5stelle non sono nuovi a questo tipo di lacune ed imperfezioni, è già successo con la manifestazione di interesse per l’adozione delle rotatorie, rimasta lettera morta è con il protocollo d intesa per l’inclusione sportiva di persone con disabilità intellettive, oggetto di mozione, bocciata con la “scappatoia“ di trattarla in commissione, rimasta lettera morta”. 
 

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento