TorriToday

"Metro chiusa per degrado": sulla linea C scatta la protesta

Gli accessi alla metro sono stati "bloccati" con nastro rosso e bianco e cartelli che evidenziano il degrado dell'area

Metro “sigillata” e cartelloni che inneggiano alla protesta. Questa la sorpresa per i pendolari che nella primissima mattina di martedì hanno trovato l’accesso agli ingressi della stazione metro di Torre Angela sbarrato con del nastro bianco e rosso. Siamo nell’omonimo quartiere, Torre Angela, del Municipio Roma VI delle Torri. 

“Metro chiusa per degrado”, “Basta siringhe” e ancora “Guerra agli zozzoni” e infine “Roma Caput zozzoni”: queste le scritte raffigurate con del colore azzurro su fogli bianchi che sono state affisse in ogni angolo della stazione metro. “Ho accompagnato mia moglie alla intorno alle ore 5.45 – ha spiegato un residente a Roma Today – ma non è stato possibile accedere ai locali e non ha potuto utilizzare la metro”. E come lei molti altri residenti fino a quando, nella tarda mattina, i nastri sono stati tolti e l’accesso è tornato fruibile.

Degrado urbano a Roma in Via Carlo Lasinio, 39:

Ignoti gli autori del gesto così come la protesta dei giorni scorsi. Era lo scorso 23 novembre quando cartelli simili sono comparsi nell’area di via del Torraccio di Torrenova, poco distante dalla stazione metro. Anche in quella occasione, ignoti hanno puntato l’attenzione sul degrado in cui versa l’intera zona. 
Tante le denunce arrivate anche al nostro giornale sulla poca sicurezza percepita da residenti e pendolari proprio nell’area della metro. “Dopo il tramonto diventa terra di nessuno” avevano raccontato ai nostri taccuini esasperati dalla presenza di rifiuti e siringhe. 
degrado-02-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • "Ho accompagnato mia moglie alla intorno alle ore 5.45 – ha spiegato un residente a Roma Today – ma non è stato possibile accedere ai locali e non ha potuto utilizzare la metro". E come lei molti altri residenti fino a quando, nella tarda mattina, i nastri sono stati tolti e l'accesso è tornato fruibile." Ma sul serio avete raccolto testimonianze come questa? Fatemi capire, secondo voi è davvero plausibile che un tizio che arriva alla metro alle 5.45 di mattina e che magari si sarà svegliato alle 5.00 per accompagnare la moglie, la quale presumibilmente deve andare a lavorare, si fa fermare da un nastrino di plastica che si strappa solo a guardarlo e dice di non aver potuto accedere ai locali? Ma scherziamo? Davvero pensate che siano notizie credibili? Boh.

Notizie di oggi

  • Politica

    Tmb Salario, tre ipotesi di riconversione in due mesi. Il futuro fa paura: "Qui mai più rifiuti"

  • Politica

    Riapre il viadotto della Magliana, Raggi dà l'annuncio ma il web non perdona: "Ci avete messo 8 mesi, vergogna"

  • Cronaca

    Bambina picchiata a Genzano, Federico Zeoli resta in carcere: convalidato il fermo

  • Politica

    Ama, cresce l'allarme conti: no delle banche a linee di credito. A rischio stipendi e servizi

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

  • Sciopero, oggi a Roma bus di periferia a rischio. Gli orari e le linee coinvolte

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

Torna su
RomaToday è in caricamento