TorriToday

Emergenza rifiuti nel VI municipi, l'assessora Ziantoni: "Disagi dovuti ai problemi di Ama"

Cumuli di rifiuti non raccolti da giorni e secchioni "vecchi", la spazzatura invade Torre Angela. Dal Municipio: "Nei prossimi giorni la situazione dovrebbe normalizzarsi"

Strade lerce alle Torri. Da un estremo all’altro del territorio del Municipio Roma VI, come gran parte della città, i rifiuti invadono le strade. E se in alcuni quartieri i residenti fanno la conta dei giorni di mancato ritiro (fino a 48 in via Prizzi a Prato Fiorito) in altri sono costretti a camminare per strada perché i marciapiedi sono occupati da cumuli di rifiuti.

“La situazione sta precipitando - racconta un residente di Tor Bella Monaca riguardo via Aspertini, così come via Borgianni e via Rizzi – ormai siamo costretti allo slalom per arrivare a destinazione”. Lo scenario non migliora nel vicino quartiere Torre Angela dove la raccolta dei rifiuti è stradale e non “porta a porta” e i cassonetti sono del tipo tradizionale. Da via di Torrenova a via Atlante, passando per via Ferri e via del Torraccio i cassonetti sono sormontati dai rifiuti. “È una situazione incresciosa, vogliamo il ripristino della normalità e il corretto adempimento da parte di tutti: Comune, Municipio e Ama” ha tuonato Giuseppe Ferone del comitato di quartiere Torre Angela. Nella mattina di giovedì anche il gruppo municipale di Fratelli d’Italia è sceso in strada per manifestare il proprio dissenso e ha annunciato: “Nei prossimi giorni organizzeremo una manifestazione di protesta nel cuore di Torre Angela in piazza del Torraccio di Torrenova, chiederemo un intervento urgente e le dimissioni del Presidente del Municipio VI Roberto Romanella e dell'Assessore all'Ambiente Katia Ziantoni”.

Abbiamo raggiunto l’assessora all’ambiente del parlamentino di viale Cambellotti che ha così spiegato i giorni di emergenza e le possibili future soluzioni: “La situazione è critica ovunque e nei giorni scorsi abbiamo accettato che AMA non ritirasse per giorni in gran parte del Municipio – ha spiegato Katia Ziantoni - Prima delle festività ho inviato una diffida per i disagi delle utenze non domestiche, servizio appaltato all’esterno e totalmente insufficiente. Nella diffida abbiamo chiesto l’applicazione delle sanzioni previste da contratto”. La delegata all’ambiente ha sottolineato: “I disagi riguardano molti Municipi di Roma. Il Salario, infatti funzionava anche come trasferenza e i camion non hanno siti dove scaricare. Quando questo accade se i mezzi non vengono vuotati non possono raccogliere. Nei prossimi giorni la situazione dovrebbe normalizzarsi”.

Ha aggiunto: “Ad ogni modo le inefficienze di AMA nel VI sono state attenzionate e relazionate perché secondo noi attengono non solo ai problemi strutturali di AMA ma all’assenza di controllo dell’azienda”. Ziantoni ha concluso: “Noi forniamo al Dipartimento Ambiente e all’Assessorato relazioni periodiche sui disservizi dando loro gli strumenti per esercitare il controllo sul contratto di servizio tra AMA e Roma Capitale non potendo agire direttamente sullo stesso. Servono controllo e nuovi siti”.

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento