TorriToday

Tor Bella Monaca, tentativi di occupazione alla torre della legalità. Tor Più Bella: "Serve confronto" 

I fatti sono avvenuti nella notte tra domenica e lunedì presso la torre del civico 50 di viale Santa Rita da Cascia

Foto di Tor Più Bella

“La nostra torre è stata sottoposta a un grave attacco”. È questa la denuncia dell’associazione Tor Più Bella con sede alla torre del civico 50 in viale Santa Rita da Cascia, a Tor Bella Monaca. Ignoti, nella notte tra domenica e lunedì, hanno tentato di occupare il locale posto al pian terreno dell’edificio: l’immobile è gestito da Ater. La stessa torre, nei mesi scorsi, ha ricevuto un riconoscimento dal sesto municipio che l’ha eletta “Torre della legalità”. Ma dopo gli ultimi avvenimenti, dall’associazione Tor Più Bella giunge il grido d’allarme: “Tutto questo non può più essere considerato normale, servono risposte”. 

Due tentativi di occupazione nella notte. L'associazione: "Sono tornate le notti insonne"

“Sei mesi fa, il locale del pian terreno fu sgomberato e a garanzia dello spazio (che non ha l’abitabilità) fu installata da Ater una porta allarmata – ha detto ai nostri taccuini Andrea Colafranceschi dell’associazione Tor Più Bella che già in passato aveva chiesto l’utilizzo dello spazio per fini comuni – Ma nella notte tra domenica e lunedì la porta è stata sfondata”. Immediata la chiamata al 112 e l’arrivo di tecnici Ater che hanno provveduto a rimettere in sicurezza l’accesso. Nel frattempo, nel tentativo di occupare lo spazio, ignoti creato anche danni all’immobile determinando crepe nei muri visibili fino al piano superiore. Qualche ora più tardi, intorno alle 3.40 del mattino successivo, un nuovo tentativo di occupazione, poi l’intervento dei carabinieri. "Sono tornate le notti insonne e la paura che possa succedere qualcosa di ancora più grave" ha aggiunto Colafranceschi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tor Più Bella: "Serve una risposta concreta, smettiamola di ritenere normale tutto questo"

L’invio di una pec da parte dell’associazione ai rappresentanti istituzionali ha allarmato le forze politiche del sesto municipio. Per il gruppo Fratelli d’Italia, che ha manifestato solidarietà a Tor Pià Bella, è necessario svolgere proprio alla torre numero 50 di viale Santa Rita da Cascia un consiglio municipale, per il gruppo PD serve un tavolo permanente per dare risposte concrete. “Siamo felici della solidarietà ricevuta ma non siamo in cerca di padrini partitici – ha detto Colafranceschi – Abbiamo ricevuto con entusiasmo la solidarietà e la vicinanza delle realtà sociali come Libera, Bella Vera, la libreria Booklet, Associazione 21 luglio. Con loro vogliamo avviare una riflessione perché certo, serve la sicurezza ma servono risposte dalla politica che nel concreto portino all’utilizzo degli spazi vuoti ma tutto questo non può essere considerato normale, noi non lo consideriamo più tale”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento