TorriToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Tor Bella Monaca, Ater rimuove i pannelli pericolanti dalle torri ma ora entra l'acqua nelle case

Dalla rimozione dei pannelli della facciata della torre all’acqua dentro casa. Ma Ater annuncia l’avvio dei lavori di ripristino e manutenzione entro i primi mesi del 2020

 

L’acqua che trapassa dalla facciata esterna del palazzo fin dentro la camera da letto. Infiltrandosi nel muro, causando il distacco e la caduta dei calcinacci. Di continuo, ancora di più con le piogge degli ultimi giorni.

Siamo a casa di Luciana, pensionata che vive in un appartamento all’ottavo piano di una delle torri di viale Santa Rita da Cascia, insieme a suo figlio. Una situazione che, a detta dell’inquilina, si è verificata solo dopo l’intervento di rimozione dei pannelli di copertura sul palazzo di Tor Bella Monaca. In quanto pericolanti, gli stessi si staccavano facendo cadere calcinacci al suolo anche solo con una folata di vento. “Da allora abbiamo questa perdita d’acqua importante, credo proprio per la presenza di crepe e che dall’esterno filtra dentro casa - racconta Luciana -. Ater non può farci vivere così, sono un’inquilina in regola e vorrei avere una risposta”.

Da parte sua, l’ente regionale proprietaria della torre fa sapere che “la rimozione dei pannelli aveva l'unico scopo di mettere in sicurezza l’immobile”. Quindi un lavoro transitorio in attesa “della cantierizzazione che, una volta avviata all’inizio del 2020, ricoprirà totalmente le torri”.

Ma Luciana dove aspettare tanto per vedere la riparazione dell’infiltrazione d’acqua dentro il suo appartamento? “No - rispondono da Ater -, il caso è stato preso in carico e interverremo il prima possibile, anche se a causa del maltempo di questi giorni le squadre di pronto intervento sono oberate dalle segnalazioni”. “Sotto di noi vive una famiglia con quattro bambini - dice il figlio di Luciana -, se questa infiltrazione arriva fino a loro sarebbe davvero un disastro. Spero che intervengano davvero il prima possibile”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento