TorriToday

"Così abbiamo abbiamo trasformato un pezzo di terra dimenticato in un parco di vicinato"

L'associazione La via del fare: "Continuiamo a prenderci cura del parco"

Era un fazzoletto di terra dimenticato dall’Ater quello che l’associazione “La via del Fare” di Torre Maura ha fatto diventare prima un “giardino segreto” e poi un “parco di vicinato”. Un posto dove cittadini e bambini hanno imparato a prendersi cura del verde.  E lo faranno ancora, insieme ad alcuni ospiti dello Sprar del quartiere, nella giornata di domenica 26 novembre.

Saranno donati alberi e attrezzi da giardino

“Abbiamo l’intenzione di continuare ad abbellire sempre di più il parco” ha spiegato Gianfranco Gasparutto, consigliere dem alle Torri e vice presidente dell’associazione La via del Fare che negli anni ha piantato circa 30 alberi. Tanti i cittadini che in questi mesi hanno mostrato interesse a donare un albero tanto da spingere l’associazione ad organizzare una giornata di festa: “La vicina scuola “Nostra Signora del Suffragio” donerà un melograno – ha aggiunto Gasparutto – saranno i bambini a venire qui a piantare l’albero acquistato con i loro risparmi”.

Un ulivo dedicato alle donne

Non solo, nei giorni dedicati alla giornata contro la violenza di genere, nel parco del vicinato sarà piantato anche un ulivo: “Lo dedicheremo alle donne e lo cureremo, in maniera simbolica rappresenterà una donna che seppur fragile è protetta dall’amore di chi le sta intorno”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

Torna su
RomaToday è in caricamento