TorriToday

Torre Maura, Comune di Roma sordo alle proteste: dopo una settimana termosifoni ancora spenti

Dagli inquilini e il comitato la proposta di non pagare gli oneri accessori. Il Municipio: "Stiamo sollecitando il Comune ogni giorno"

Immagine di archivio

È trascorsa una settimana da quando gli inquilini delle case popolari di Torre Maura (ex Isveur) sono scesi in strada, bloccando per alcuni minuti via Tobagi. Una protesta, come altre in quartieri della città, messa in campo per manifestare dissenso e indignazione ma soprattutto rabbia nei confronti della gestione degli impianti di riscaldamento da parte del Dipartimento comunale.

Dopo la protesta, la promessa: "Riparazioni entro dieci giorni"

Dal 15 novembre (data canonica di accensione in tutte le case del Comune di Roma) i riscaldamenti non funzionano: centinaia di famiglie sono al freddo. Nel grande comprensorio di case gli unici impianti a non essere spenti sono quelli di via dei Codirossoni e di piazzale delle Paradisee. In quest'ultimo immobile, di contro, i termosifoni sono accesi notte e giorno e necessitano di interventi. Una settimana fa, gli inquilini convocati ad un tavolo tecnico in municipio a margine della protesta in via Tobagi, hanno stretto un patto di non belligeranza con l'amministrazione fiduciosi che in dieci giorni il problema sarebbe stato risolto come assicurato dall'assessora comunale Meleo contattata telefonicamente allo stesso tavolo. 

Gli inquilini: "Se restiamo al freddo, non pagheremo gli oneri accessori"

Mancano meno di tre giorni alla scadenza e a Torre Maura non è cambiato niente: gli inquilini continuano a battere i denti e dei bruciatori (pezzi da sostituire alle caldaie per garantirne il funzionamento) nemmeno l'ombra. "Sono in contatto quotidiano con il Comune, questo disagio va risolto immediatamente" ha detto Roberto Romanella, presidente del Municipio VI. Gli inquilini, dal canto loro, stanno valutando l'ipotesi di chiedere di non pagare gli oneri accessori dal momento che i servizi (in questo caso i termosifoni) non vengono utilizzati: "Supportiamo questa iniziativa" ha detto Angela Barone, presidente del comitato inquilini Isveur.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento