TorriToday

Coronavirus, a Torre Maura alla spesa ci pensano Aron, Majid e Tasaffa: "Andrà tutto bene"

Hanno lasciato un avviso nell'androne del palazzo in cui abitano per offrire, in maniera gratuita, supporto agli anziani

Aron, Majid e Tasaffa vivono a Torre Maura da qualche anno (Tasaffa fin da piccola), vengono dal Pakistan, dal Bangladesh e dall’Afghanistan, lavorano come interpreti e come segretari di banca. Da ancor prima che il decreto del governo Conte impartisse l’obbligo di rimanere a casa per contrastare il contagio del Covid-19, hanno voluto essere solidali verso gli anziani. E così hanno affisso un cartello nell’androne del palazzo in cui vivono per comunicare agli over 60 la loro disponibilità ad uscire per recarsi al supermercato a fare la spesa. 

Aron racconta l'idea di aiutare gli anziani a fare la spesa

A raccontare l’idea è Aron che lavora come interprete e che, come la sua fidanzata Tasaffa e il suo amico Majid, in questo periodo di poco lavoro ha molto tempo libero da mettere a disposizione degli altri. “Qualche giorno fa una signora anziana che conosciamo è venuta a trovarci e ci ha raccontato della sua ansia ad uscire di casa – ha spiegato Aron – E noi ci siamo offerti di fare la spesa per lei. Poi abbiamo pensato che avremmo potuto farlo anche per altri, a noi non costa niente e così abbiamo affisso il cartello”. Alla voce di Aron si aggiungono quelle di Majid e Tasaffa: "Speriamo che anche altri seguano il nostro esempio perché c'è davvero bisogno di aiutare gli anziani adesso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'avviso la frase che scalda il cuore: "Andrà tutto bene"

Fino ad ora non ci sono state richieste da parte degli anziani del palazzo ma solo complimenti per i tre ragazzi che in questo momento insolito di vita quotidiana si prodigano per sostenere gli altri. Sul cartello affisso all’androne c’è scritto: “Per tutti i condomini con più di 60 anni o con patologie, se in questo periodo preferite rimanere a casa, ci offriamo disponibili a titolo gratuito a fare la spesa per voi. Andrà tutto bene”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento