TorriToday

Torre Spaccata: roghi e degrado, il PD: “Il municipio ha abbandonato il quartiere”

Pomo della discordia la mancata discussione di una mozione presentata dal PD per chiedere alla sindaca un impegno formale contro l'abbandono dell'adiacente parco di Centocelle

Immagine di archivio

Da tempo il quartiere Torre Spaccata ha espresso la volontà di staccarsi dal VI municipio per essere annesso al VII. Non solo per vicinanza geografica anche agli uffici municipali e ai sevizi ma anche per una serie di questioni mai risolte per i residenti del quartiere, tra questi anche il fenomeno dei roghi tossici. È proprio su questo che il Partito Democratico ha presentato, nei giorni scorsi, una mozione per chiedere di “liberare” i cittadini del degrado del vicino parco di Centocelle. 

Contro i roghi tossici, la richiesta del PD di impegnare la sindaca per una soluzione

“Tra proroghe agli autodemolitori presenti sul lato di viale Palmiro Togliatti, gli insediamenti abusivi nascosti nel verde, i roghi tossici, i rifiuti interrati e la bonifica ordinata dalla sindaca Raggi, mai completata, l'elenco di ragioni che determinano il disagio è lungo – ha detto Fabrizio Compagnone, capogruppo del PD - Eppure, leggendo la risposta fornita dal presidente del Consiglio Municipale alla Mozione del PD, si resta senza parole. Testualmente si afferma: “Trattandosi di una problematica ricadente nel territorio del Municipio V e VII risulta inutile impegnare il presidente del Municipio ad attivarsi presso la sindaca di Roma capitale”.

PD: "Per l'amministrazione non si ritiene di dover intervenire"

Nella Mozione presentata dal capogruppo PD Fabrizio Compagnone, si sollecitava un intervento del Presidente Romanella presso la sindaca, per dare seguito alle azioni necessarie alla bonifica dei rifiuti, a misure per la prevenzione degli incendi, alla apertura di accessi adeguati, alla delocalizzazione degli autodemolitori con conseguenti pericoli in termini di sicurezza e salubrità dei luoghi. “Per l’amministrazione del nostro municipio non si ritiene di intervenire in alcun modo, lasciando, gli abitanti di Torre Spaccata, nel piu’ totale abbandono – ha concluso Compagnone - Sicuramente, secondo noi, non è la strada corretta per ‘ricucire lo strappo’ che si è verificato con la comunità di cittadini del Quartiere di Torre Spaccata”.

La replica del Movimento Cinque Stelle

“Strumentali e futili le polemiche del PD riguardo il Parco di Centocelle. Il collega di consiglio dovrebbe ben sapere che la competenza amministrativa riguardo la risoluzione delle problematiche appartiene al V municipio con cui è in atto una collaborazione proprio per superare le difficoltà – ha spiegato Alberto Ilaria, presidente del consiglio delle Torri - come municipio stiamo portando avanti la valorizzazione archeologica e artistica del “pratone” di Torre Spaccata con la commissione cultura e tenteremo di strapparlo all’incuria e alla possibilità che possa essere utilizzato come area edificabile, in quanto proprietà di Cassa Deposito e Prestiti. Agiremo congiuntamente con il V e il VII municipio. Sui roghi tossici, invece, ci sono le autorità preposte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento