TorriToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La sindaca in sopralluogo a Torre Maura. I cittadini: "Viene di nascosto perché teme il confronto con noi"

Operazione "strade nuove" in via Walter Tobagi a Torre Maura. I lavori dureranno ancora una settimana

 

Un sopralluogo “speciale” quello avvenuto nella mattina di mercoledì in via Tobagi a Torre Maura. Già perché insieme alla commissione lavori pubblici del Municipio VI e al presidente Romanella, anche la sindaca Virginia Raggi ha voluto verificare di persona lo svolgimento dei lavori di manutenzione stradale che a partire dalla fine di giugno e fino alla prossima settimane interesseranno la via. 

Operazione "strade nuove a Torre Maura"

“Il tratto di strada interessato dai lavori è di circa 700 metri ed è compreso tra via dell’Usignolo e il piazzale della metro Torre Maura” ha spiegato ai nostri taccuini Giuseppe Agnini, presidente della commissione lavori pubblici di viale Cambellotti. Entrando più nel dettaglio, i lavori prevedono lo scavo della strada fino a 20 centimetri prima del rifacimento del manto e la messa in sicurezza dei marciapiedi con relativa pulizia delle caditoie. Un lavoro che alle casse municipali è costato circa 550mila euro: attualmente la circolazione è consentita a senso unico alternato. 

Ma perché nessuno sapeva dell’arrivo della sindaca?

“Anche noi lo abbiamo saputo ieri notte – ha continuato Agnini, il protocollo di sicurezza avviato di recente non le consente più movimenti come quelli di qualche mese fa”. I cittadini però non sono d’accordo: per loro l’arrivo della Raggi senza “pubblicità” ha un altro significato: “Ha paura del confronto con noi”. 

"Cara sindaca, ecco i problemi di Torre Maura"

Che cosa avrebbero voluto dire i residenti di Torre Maura a Virginia Raggi? Lo abbiamo chiesto ad alcuni abitanti: “Il nostro quartiere è abbandonato, come tutte le altre periferie” ha detto a Roma Today Lina che ha 75 anni e qui ci vive da oltre 30 anni. “Nessuno viene mai a pulire i marciapiedi, facciamo tutto da soli, ci autotassiamo e proviamo a eliminare il degrado. Ha paura di noi? Non siamo cattivi, abbiamo sempre accolto tutti, sono molto arrabbiata che sia venuta senza che nessuno di noi lo sapesse”. E ancora: “Le avremmo chiesto di dare uno spazio agli anziani, di tagliare l’erba, di raccogliere la spazzatura, di fare la sindaca, quello per cui è stata votata”. Sergio, invece, abita nelle palazzine Isveur: “Sono contento che sia venuta la Raggi ma dov’era quando per quattro mesi su cinque siamo stati senza riscaldamento? Ci sono strutture occupate di proprietà comunale di cui nessuno se ne cura, nel nostro complesso non vengono neppure a tagliare l’erba e se non lo facciamo da soli non lo fa nessuno. Ha fatto la passerella politica? Ben venga, lo hanno fatto anche altri prima di lei, ma almeno risolvesse i problemi”. 

L'affondo del PD: "E' stata una comparsata"

Anche per il PD la visita a sorpresa della Raggi a Torre Maura è stata una comparsata: “Avremmo potuto portarla a fare un giro nelle scuole per capire bene come vivono i nostri figli all’interno, a fare una passeggiata nei parchi pubblici tipo Belon che "grazie" al Comune ha perso un'importante opportunità di riqualificazione, e ancora in macchina su qualche strada limitrofa come Via Silicella, per farle comprendere i problemi di viabilità dovuti alle buche che i cittadini del quadrante vivono ogni giorno. In realtà, però, capisco l’imbarazzo davanti alla dura realtà. Quindi meglio presentarsi in incognito” ha concluso Fabrizio Compagnone, capogruppo PD alle Torri e residente del quartiere. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento