TorriToday

Ultimo dell'anno al sapor di rogo tossico: per Torre Spaccata Capodanno tra due fuochi

Ha sovrastato il quartiere dal pomeriggio del 31 dicembre fino alla mattina del 1 gennaio

Due “fuochi”: così li definiscono gli abitanti di Torre Spaccata gli insediamenti irregolari nella zona dell’ex Casilino ‘900 e della cosiddetta “buca dell’Augustea”. Il primo “fuoco” rientra nel territorio di competenza del V Municipio e il secondo in quello del VI, il Municipio delle Torri: entrambi hanno già subito sgomberi ma le baracche sono ricomparse e insieme a queste i roghi tossici.

La "nube tossica" del 31 dicembre

Il culmine della disperazione i residenti del quartiere lo hanno raggiunto nella giornata del 31 dicembre. A partire dal primo pomeriggio, infatti, proprio dall’area dell’ex Casilino ‘900 si è sprigionata una nube di fumo che mista alla nebbia ha dato origine ad una vera e propria cappa su Torre Spaccata e nelle zone vicine. Immediata l’allerta alle forze dell’ordine tra vigili del fuoco, numero unico delle emergenze e vigili della polizia di Roma Capitale. "Un rimpallo di responsabilità che non ha portato a nulla di fatto, nessun intervento" hanno fatto sapere a RomaToday alcuni cittadini indignati. La nube, se così può essere definita, si è dissolta solo nella mattina dell’1 gennaio “La pioggia ha pulita l’aria” hanno aggiunto i cittadini. 

"Aspettiamo ancora la bonifica dell'area"

Intanto a Torre Spaccata continua l’inalazione proveniente dai due accampamenti, soprattutto dalla vicina “buca dell’Augustea” balzata agli onori della cronaca durante l’estate dello scorso anno per lo spaventoso incendio divampato proprio nei pressi della baraccopoli. “Siamo ancora in attesa della bonifica dell’area – ha spiegato Bruno Di Venuta del comitato di quartiere Torre Spaccata – alcune baracche sono state ricostruite e ogni giorno ci sono roghi tossici, siamo esasperati”. Questo insediamento, nei mesi scorsi e dopo l’incendio (avvenuto a luglio) è stato anche oggetto di ispezione da parte della commissione parlamentare d’inchiesta. In quella occasione, Roberto Morassut l’aveva definito “un girone dantesco”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento