TorriToday

Lavori all’Acquedotto Marcio: VI Municipio, interrogazione del M5S

I portavoce chiedono se sia stato predisposto un piano di approvvigionamento idrico. “Il problema è garantire il servizio nei luoghi più importanti, come i centri anziani e mense scolastiche”, spiega Fabio Tranchina

La settimana scorsa, i portavoce del M5S in Consiglio municipale, Fabio Tranchina e Veronica Mammì, hanno presentato in Aula un’interrogazione rivolta al presidente del Municipio in merito gli interventi di manutenzione e straordinaria che ACEA ATO2 sta effettuando in questa settimana sul Primo Acquedotto Marcio. I lavori stanno causando abbassamenti di pressione e la sospensione dell’acqua a rotazione nella zona di Roma Sud-Est.

“Il 14 febbraio Acea ATO2- Gruppo Acea Spa ha inviato un fax urgente – si legge nell’interrogazione dei consiglieri M5S –:  ‘Fuori servizio Primo Acquedotto Marcio per i lavori di manutenzione idrica straordinaria, comunicazione per la zona a nord di via Casilina, tra km 15+000 e km 19+000’, nel quale si fa riferimento alla circolare della Prefettura di Roma nella quale si comunica che dal 22 febbraio al 2 marzo 2014 Acea ATO2, in accordo con le autorità competenti, eseguirà una serie di ispezioni e di interventi di manutenzione straordinaria sul Primo Acquedotto Marcio per migliorare la qualità del servizio idrico offerto alla clientela. Si riporta che la complessità dei lavori causerà abbassamenti di pressione e sospensione dell’acqua a rotazione per l’intera settimana nelle zone servite dall’acquedotto. Si richiede nella lettera di provvedere alle scorte con anticipo e di mantenere chiusi i rubinetti per evitare inconvenienti alla ripresa dell’erogazione. La suddetta lettera è stata inviata a scuole, centri anziani e altre realtà territoriali che svolgono funzioni sociali”.

“In Aula ci hanno riferito che le zone a rischio saranno quelle oltre i 120 metri sul livello del mare, come Borghesiana – spiega Fabio Tranchina (M5S) –. Il problema è quello di garantire il servizio nei luoghi più importanti, come i centri anziani e le mense. L’assessore ai Lavori Pubblici Mastrangeli ci ha assicurato che la questione è stata seguita dal Municipio”.

L’atto interroga il presidente del VI Municipio per sapere se sia stato previsto un piano di approvvigionamento idrico al fine di consentire alle strutture di continuare a garantire il servizio offerto e se tale piano sia stato tempestivamente comunicato ai responsabili e ai cittadini fruitori dei servizi erogati; se l’acqua continui ad essere potabile e utilizzabile a scopi alimentari, igienici e sanitari, nonostante l’abbassamento di pressione e l’interruzione; quali siano le precauzioni da comunicare ai cittadini e in che modo è stata diffusa l’informazione necessaria ad adottare le migliori cautele possibili e, infine, se sia stata effettuata la manutenzione straordinaria e con quale programma, specificando le ragioni dell’intervento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento