TorriToday

Rocca Cencia, il comitato contesta l'assessora: "Ora è colpa di Ama, la prossima volta sarà degli alieni"

Il comitato Periferie Roma est annuncia proteste per i prossimi per rivendicare il diritto alla salute

Immagine di archivio

“Entro gennaio 2020 le aree di trasbordo previste devono entrare in funzione, tutto sta in mano ad Ama, che solitamente ha tempi biblici, ma su questo terremo gli occhi ben aperti per evitare lungaggini”. A parlare è Katia Ziantoni, assessora all’ambiente della giunta Romanella che durante un’intervista rilasciata al nostro giorno ha accesso i riflettori, ancora una volta, sull’importanza dell’attivazione delle aree di trasbordo rifiuti. (QUI IL VIDEO DELL'INTERVISTA)

Il comitato Periferie Roma Est: “Un’estate barricati in casa”

Immediata la reazione dei comitati alle parole dell’assessora Ziantoni che in questi mesi di caldo afoso hanno dovuto fare i conti con i miasmi provenienti dall’impianto e che già durante il mese di luglio hanno manifestato dissenso protestando con un sit-in nel piazzale a Rocca Cencia. Questa volta ad alzare la voce è il comitato Periferie Roma Est: “Abbiamo vissuto un’estate barricati in casa a causa dei miasmi – ha detto Marco Manna, presidente del comitato – E ci lascia perplessi sentire l'assessore in versione rivoluzionaria. Purtroppo è inutile caricare su Ama la responsabilità della scelta dei siti facendo finta di dimenticare che al governo della città c'è lo stesso partito della Ziantoni: il M5S che nel mentre fa le barricate in altri municipi per mere dinamiche di mantenimento di consenso (vedi Ponte Malnome) o Salario”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rifiuti a Rocca Cencia: proteste in arrivo dai comitati

E se agosto è stato un mese caldo, settembre si annuncia mese di proteste: “Non ci arrendiamo, metteremo in piedi nuove azioni di protesta perché fino ad ora dal fronte municipale si è vista una tutela a corrente alternata e una svilente cantilena che incolpa la Regione. Basta, noi andiamo avanti con la nostra battaglia”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Scuola, nel Lazio il rientro è a ingressi scaglionati: ecco le fasce orarie

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento