TorriToday

VI Municipio: asili nido, le educatrici precarie scrivono a Renzi

Chiedono la stabilizzazione del personale per coprire i numerosi vuoti di organico. “E poi c’è il ‘mistero’ della struttura di Castelverde: rimarrà al Comune o verrà dato ai privati? ”, si chiede Maria De Crescenzo, una delle firmatarie della lettera

Una lettera al Premier Renzi e al VI Municipio per denunciare la carenza di organico negli asili nido comunali e la difficile situazione di precarietà, che dura ormai da anni: le educatrici del territorio, in questi giorni, hanno scritto un documento per chiedere un miglioramento concreto delle loro condizioni di lavoro.

“Egregio Dottor Renzi, le educatrici che lavorano presso gli asili nido del Comune di Roma – si legge nella lettera –, nel territorio del VI Municipio, che appartengono ad una graduatoria permanente (corso concorso 2008/2009) chiedono la stabilizzazione del suddetto personale precario per coprire i numerosi vuoti di organico esistenti nelle strutture del Comune. Si informa inoltre che tutte le educatrici della graduatoria permanente hanno un esperienza di lavoro nei nidi comunali che supera i 10 anni di precariato”.

“Fortunatamente io sono stata assunta, ma ci sono colleghe con anni di precariato, ancora in attesa di assunzione: è una situazione inaccettabile – spiega Maria De Crescenzo, educatrice residente a Tor Bella Monaca –.  La decisione di scrivere questa lettera è stata presa anche dopo aver ascoltato il capo del Governo in un’intervista da Fazio: una delle prime fatte dopo il suo insediamento. In quell’occasione, Renzi ha precisato che avrebbe dato priorità ai nidi. Insomma, le solite promesse che tutti i politici fanno in campagna elettorale per poi dimenticarsene una volta eletti. In VI municipio anche quest’anno rimane il ‘mistero’ del nido di Castelverde: rimarrà al Comune? Verrà dato ai privati? Sarà da questo settembre dato alle precarie o finalmente al personale di ruolo che chiede il trasferimento potrà finalmente occupare il proprio ruolo nella struttura? Far restare tale nido al Comune sarebbe una soluzione che gioverebbe sia all’Amministrazione centrale che alle educatrici di ruolo e precarie”.

Hanno firmato il documento inviato a Renzi anche Sidoti Teresa, Tucci Stefania, Tabegna Susanna, Pellegrino Debora, Borini Marina, Rotondi Claudia,Granieri Raffaella, Riccio Laura e Cosmai Manuela.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento