TorriToday

Blitz di Borghezio a Corcolle. E nel quartiere spuntano scritte pro-Lega

L'eurodeputato in visita nel quartiere al centro delle tensioni tra residenti e rifugiati. "Ho detto agli abitanti che con l'aiuto della Lega certe battaglie si possono vincere". E spunta una scritta controversa: "Lega salvaci tu"

Dopo l'assalto al bus Atac e le tensioni tra residenti e rifugiati Corcolle è sempre più al centro della cronaca nazionale e dell’agenda della destra italiana. Così, a pochi giorni dalla visita di Giorgia Meloni che domenica scorsa ha incontrato gli abitanti in occasione della festa del Santo Patrono, questa mattina è stata la volta dell’eurodeputato Mario Borghezio. Sarà che la Lega Nord ha da poco annunciato la nascita di un nuovo movimento per il centro-sud ma a Corcolle l’esponente del Carroccio ha preferito non alzare troppo i toni. 

"Questa periferia romana è già abbandonata a se stessa e bisogna capire se è il caso di installare proprio qui un centro rifugiati – ha spiegato Borghezio durante il suo incontro con i cittadini -. Ovviamente se rimanessero tranquilli all'interno del loro centro non ci sarebbero tensioni, ma dal momento che spesso girano in gruppi consistenti e sotto l'effetto di bevande alcoliche c'è il rischio che la situazione possa degenerare". 

MEZZI BLINDATI - Durante la sua visita l'eurodeputato della Lega ha contattato telefonicamente i vertici dell'Atac e  la Questura di Roma. "Ho chiesto, come da regolamento, che i mezzi che circolano nelle periferie difficili siano blindati - prosegue Borghezio -. Proprio ora ne ne sono passati alcuni e nessuno di questi era blindato. Inoltre è necessario che sui mezzi pubblici ci sia la presenza degli agenti di polizia: spesso su queste vetture circolano decine e decine di immigrati e la gente del quartiere non si sente tranquilla. In questo modo si garantisce anche la tutela e l'incolumità dei lavoratori Atac". 

BATTAGLIA DA VINCERE - Per l’eurodeputato comunque "con la tenacia e l'aiuto della Lega certe battaglie si possono vincere. I cittadini hanno diritto a vivere sicuri nelle proprie case". Borghezio ha concluso il proprio intervento consigliando ai cittadini "di riunirsi in un comitato. Come insegna l'esperienza di Settecamini". 

SCRITTE PRO LEGA - Nel quartiere alla periferia di Roma est il clima è pesante. Dopo gli assalti lanciati da gruppi di immigrati agli autobus dell’Atac le forze dell'ordine sono arrivate a presidiare il centro rifugiati per evitare altri scontri. La tensione dunque è ancora alle stelle. Lo testimonierebbe anche una scritta comparsa su un muro del quadrante polense e prontamente diffusa dal Carroccio: "Lega salvaci tu". 

NON SIAMO RAZZISTI - Nei giorni scorsi non sono però mancate prese di posizione contro "le strumentalizzazioni di Tg e giornali". Per gli abitanti i raid e le spedizioni punitive sarebbero state condotte da pochi gruppi di violenti in odore di estrema destra. “Corcolle non è violenta, non è razzista - spiega il Presidente del comitato di quartiere Danilo Proietti - se è scesa in piazza è stato per la diffusa sensazione di abbandono da parte delle istituzioni".
 
LA DESTRA A CORCOLLE - "A fianco dei cittadini di Corcolle" anche Giorgia Meloni presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale che ha visitato il quartiere domenica scorsa in occasione della festa per il Santo Patrono. "Alcuni media, a fronte degli ultimi eventi di cronaca, avevano descritto ‪‎Corcolle‬ come un quartiere razzista, di malavitosi, violento - aveva spiegato la Meloni a margine della visita nel quartiere - . Così ho pensato di venire di persona a conoscere questa realtà: oggi, in occasione della festa di quartiere, ho fatto una passeggiata insieme ai cittadini e ai commercianti".

"Ovviamente la realtà che ho trovato è molto diversa da quella raccontata - denuncia la Meloni. - Ho conosciuto cittadini che si sentono abbandonati dalle Istituzioni e che quotidianamente fanno i conti con mille disservizi. 13 mila persone, circa un migliaio di bambini e nessun pediatra; il primo posto di polizia a 14 chilometri di distanza; bambini che giocano in parchi giochi dichiarati inagibili ma che sono aperti lo stesso: sono solo alcuni dei problemi di Corcolle. Ecco, di fronte a tutto questo, vedere anche un'amministrazione comunale che sembra occuparsi più degli immigrati che dei cittadini che dovrebbe amministrare non può che produrre sul territorio un ulteriore senso di abbandono delle Istituzioni. E io, e Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, non possiamo che essere al fianco dei cittadini di Corcolle".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento